Apple: liquidità per $97,6 mld. 58esima economia al mondo

25 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Grazie ai $37,9 miliardi raccolti nel 2011 ($16 miliardi solo nel quarto trimestre), di contanti e titoli a breve scadenza di facile liquidità, la Apple sta crescendo come una vera potenza mondiale, con un totale di $97,6 miliardi.

Se la Mela fosse una nazione, e la liquidità il suo PIL (Prodotto Interno Lordo), sarebbe la 58esima economia al mondo, più grande anche di paesi come Slovacchia, Iraq, Croazia e Lussemburgo.

Ancora più sorprendete è pensare che, con una crescita come quella attuale del 20% per trimestre, entro gennaio-marzo 2015 potrebbe aver raggiunto i $1.000 miliardi.

Solo nell’ultimo trimestre 2011 la casa di Cupertino ha venduto oltre 37,04 milioni di iPhones e 15,43 milioni di iPad, dunque raggiungendo nell’intero 2011 rispettivamente numeri per 92,94 milioni di smartphones e 40,43 milioni di tablet.

A seguito dell’annuncio di risultati superiori alle attese degli analisti, con Wall Street chiusa, il titolo nel dopoborsa è balzato del 7,30% a $451,08.