AOL PROVA A RILANCIARE NETSCAPE

6 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

America Online (AOL), il primo fornitore di accesso a Internet con 23 milioni di abbonati, e’ deciso fornire il browser Netscape ai propri clienti quando, alla fine dell’anno, scadra’ il contratto con Microsoft per l’uso di Explorer.

Netscape, il pioniere dei programmi per la navigazione su Internet, dopo essere stato messo in ombra dal rivale Explorer, incluso nei sistemi operativi Windows di Microsoft, potrebbe cosi’ tornare in auge.

America Online ha acquistato nel 1998 Netscape Communications, continuando tuttavia a utilizzare Explorer come browser standard.

L’imminente svolta e’ stata annunciata dallo stesso amministratore delegato della societa’, Steve Case, a ridosso della sentenza che ha pronunciato Microsoft colpevole di concorrenza sleale e pratiche di monopolio per aver integrato Explorer nei suoi sistemi operativi.

Gli analisti concordano che la decisione dara’ impulso alla diffusione di Netscape anche se scalfire il primato di Explorer appare del tutto improbabile.

Il giudice Jackson, ben prima di pronunciare il verdetto di colpevolezza contro la societa’ di Bill Gates, aveva disposto con un’ordinanza che il browser Explorer fosse commercializzato separatamente da Windows. Il provvedimento era stato pero’ cancellato dalla corte d’Appello.

Attualmente Explorer detiene una quota di mercato di circa il 60%, mentre per Netscape le stime si attestano al 30%.

Il titolo (AOL) ha aperto questa mattina in rialzo del 3,57% a quota 65,25 dollari, mentre Microsoft (MSFT) guadagna l’1,59% a quota 87,75 dollari.