AMERICA, UNA REPUBBLICA DELLE BANANE (MA CON LE BOMBE ATOMICHE)

30 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Paul Krugman, columnist del New York Times, subito dopo il no della Camera al piano di salvataggio delle banche e il crollo di Wall Street, ha pubblicato nel suo blog un post intitolato: “OK, we are a banana republic”, riferendosi ovviamente agli Stati Uniti.

L’osservazione, piena di incredulo livore, dettata dalla sorpresa di Krugman di fronte allo spettacolo del cortocircuito che si e’ creato ieri tra Washington e Wall Street che tiene in ostaggio milioni di famiglie e puo’ provocare una recessione mondiale, e’ corretta subito dopo da un inciso: “a banana republic with nukes”, cioe’ una repubblica delle banane, ma con le bombe atomiche. “Ebbene, che volete sia successo? – scrive Krugman – Adesso abbiamo un governo che non funziona di fronte a una grave crisi, perche’ il Congresso comprende un quorum di pazzoidi e nessuno ha fiducia neanche un po’ nella Casa Bianca”.