WALL STREET SPERA NELLA FEDERAL RESERVE

1 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street sulla strada dei guadagni nonostante i cattivi dati relativi all’indice dei manager americani responsabili degli ordini di acquisto per le aziende (NAPM), e alla spesa per le costruzioni negli Stati Uniti.

La negativita’ dei dati non e’ stata giudicata sufficiente dagli investitori per cancellare la buona influenza dell’upgrading di Merrill Lynch su 11 societa’ di semiconduttori.

La reazione degli investitori si puo’ inoltre spiegare con la speranza di un ulteriore taglio dei tassi da parte della Federal Reserve il prossimo 21 agosto.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Il dato relativo all’indice dei manager americani responsabili degli ordini di acquisto per le aziende (NAPM) e’ dunque sceso in luglio a quota 43,6, contro i 44,7 di giugno.

Un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme alla rete televisiva CNBC tra gli economisti di Wall Street aveva anticipato un calo del dato a 44,5.

Storicamente luglio rappresenta un mese decisamente debole per il setore manifatturiero, visto che gran parte degli impianti automobilistici USA chiudono per ferie. Il rapporto – dicono alcuni analisti a wal Street – deve essere quindi preso con una certa cautela.

Sconfortante anche il risultato sulla spesa per le costruzioni negli Stati Uniti che ha registrato nel mese di giugno una contrazione dello 0,7%.

Il dato si e’ attestato al di sotto delle aspettative degli analisti sentiti da CNBC e dall’agenzia di stampa Dow Jones che si attendevano un aumento dello 0,2%.

Sul fronte aziendale, Merrill Lynch ha aumentato il rating di 11 titoli del settore semiconduttori, dicendo alla propria clientela che “il peggio e’ ormai alle spalle”.

“Crediamo che l’insieme di vari fattori, tra cui stime stabili sugli utili, riduzione delle spese in conto capitale e il raggiungimento di un fondo sull’anno, dovrebbero consentire al settore di iniziare a registrare performance superiori a quelle medie di mercato, nei prossimi sei-dodici mesi”, si legge nella nota inviata da Merrill Lynch alla clientela.

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo i settori semiconduttori, software, Internet, computer.

In ribasso, invece, i settori sanitario, farmaceutico, cartario, chimico, grande distribuzione.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE STANNO MUOVENDO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHE MUOVONO IL MERCATO/2

WALL STREET: PERFORMANCE SETTORE PER SETTORE