WALL STREET SI BARCAMENA PESA FREDDIE MAC

6 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici americani stanno perdendo terreno, trascinati al ribasso dalle perdite del settore finanziario dopo i pesanti risultati trimestrali di Freddie Mac, largamente inferiori alle attese. L’inaspettata performance del colosso dei mutui ha colpito gli investitori all’indomani della migliore giornata in quattro mesi per la borsa americana.

A risentirne sono state immediatamente le azioni di Freddie Mac e della rivale Fannie Mae che alle 17,15 perdono rispettivamente il 13,31% e l’11,62% nonostante il piano di salvataggio approntato per loro nelle scorse settimane dal governo Usa. A salvare i listini non è riuscito neanche il risultato pubblicato dall’agenzia internazionale per l’energia (EIA) sulle scorte settimanali Usa di greggio, superiori alle attese. Lo S&P 500 perde lo 0,53%, il Dow Jones scende dello 0,61%, mentre il Nasdaq scivola dello 0,46%. Il futures Nymex a settembre è stabile a 118,94 dollari al barile.

Anche l’assicuratore American International, dopo la giornata trionfale di ieri, perde il 4,25% a 28,62 dollari. Tra le banche, Bank of America segna un ribasso del 2,08% a 32.88 dollari. Sul Nasdaq pesano le azioni di Apple, la società produttrice di iPod e iPhone, che perdono lo 0,67% a 159,56 dollari. A contrastare le perdite è l’ascesa di Cisco Systems, che guadagna il 4,68% a 23,71 dollari all’indomani delle sue previsioni su un rapido superamento delle deboli condizioni economiche attuali.