WALL STREET RECUPERA

26 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Segui il flusso di notizie sull’approvazione del maxi-piano di salvataggio LIVE

Listini deboli, si nota pero’ la tendenza ad un’operazone di “sostegno” da parte delle mani forti. Obiettivo: nonostante il caos a Washington, rimanere sopra la parita’. Proseguono le trattative sul piano. Progressi, ma ancora niente accordo. A meta’ giornata gli indici procedono in ribasso, comunque lontani dai peggiori livelli giornalieri che nei primissimi minuti di scambi avevano lasciato pensare ad un ‘panic selling’ dovuto al mancato raggiungimento di un accordo sul piano di salvataggio. Il ritorno dei governatori alle trattative ha riaperto nuovi spiragli sull’accettazione del programma anche se, nonostante i progressi fatti rispetto a ieri sera, non e’ ancora chiaro se una decisione definitiva potra’ arrivare nelle prossime ore.

In mattinata, subito dopo l’apertura della borsa, il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, e’ intervenuto nuovamente in diretta televisiva per informare gli americani della continuazione delle trattative e rassicurarli sul raggiungimento di un accordo sul programma da $700 miliardi studiato dal Tesoro per rilanciare l’economia.

Nel preborsa, a contribuire alle forti vendite sull’azionario, era stato l’ultimo aggiornamento giunto fal fronte macro. Nel secondo trimestre infatti e’ stata registrata un’inattesa revisione al ribasso del Pil che ha deluso le stime degli analisti. A preoccupare gli operatori sono stati soprattutto il rallentamento della spesa delle famiglie americane e i ridotti investimenti aziendali, due chiare conseguenze della crisi del credito, ancora irrisolta.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Intanto la crisi continua a stravolgere il panorama finanziario. Ad uscire di scena (dopo il fallimento di Lehman la scorsa settimana) e’ il gruppo Washington Mutual (WM) le cui operazioni saranno rilevate da JP Morgan per un corrispettivo di $1.9 miliardi. Negli ultimi 10 giorni la banca era rimasta vittima di un esodo di depositi per un valore superiore ai $16 miliardi. Nella seduta di ieri l’azione aveva chiuso a quota $1.69, al momento vale poco piu’ di 15 centesimi (-90%).

Tra le altre news societarie, vendite sulla societa’ produttrice del Blackberry, Research In Motion (RIMM), dopo la trimestrale e una riduzione dell’outlook per il prossimo trimestre al di sotto del consensus del mercato. Il titolo arretra -26%.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Casino & Gaming +4.5%, Managed Healthcare +2.4%, Drug Retail +0.9%, Household Products +0.9%, and Soft Drinks +0.7%. Tra i piu’ forti ribassi: Diversified Metals & Mining -8.6%, Coal & Consumable Fuel -8.0%, Oil & Gas Refining & Marketing -7.0%, Oil & Gas Exploration -6.9%, e Fertilizer & Agricultural Chemicals -6.3%.

Alle 12.20 EDT il volume di scambio e’ di 401 milioni di pezzi al NYSE e 752 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 242 a 2515 al Nyse e 923 a 1881 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 0 a 92 al NYSE e 0 a 72 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI