WALL STREET: INDICI IN NEGATIVO

24 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

I dati negativi giunti dal fronte macroeconomico, la defezione del senatore James Jeffords ma anche tanta speculazione sono tra i motivi di questa questa accentuata volatilita’.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Nasdaq e Dow Jones dopo una partenza in positivo sembravano voler proseguire la giornata al rialzo incuranti perfino del dato sui sussidi di disoccupazione aumentato a 407.000 unità da 392.000 della settimana precedente.

Il mercato che si attendeva richieste di nuovi sussidi per 388.000 unità si e’ dovuto confrontare con il valore più alto dall’11 giugno 1994.

A dare il turbo ai maercati ma soprattutto al Dow Jones le dichiarazioni fatte dal senatore James Jeffords che in diretta televisiva ha annunciato di cambiare casacca regalando cosi’ ai democratici la maggioranza alla Camaera Alta statunitense.

“Con questo cambio di mano le societa’ energetiche – del settore esplorazione e sviluppo – e quelle farmaceutiche vanno in cima alla lista dei perdenti”, ha commentato Kim Wallace, analista di Lehman Brothers che e’ anche certo che la nuova maggioranza non aiutera’ la fusione US Air (U) – United (UAL).

Tuttavia dopo alcuni minuti, l’essesimo colpo questa volta dai dati sulla vendita di case nuove che ha registrato nel mese di aprile un calo del 9,5%.

La flessione, che segue due rialzi consecutivi, e’ superiore alle previsioni degli analisti che si attendevano un calo di 13.000 unita’ che avrebbe portato il totale a quota 975.000 unita’.

A muovere il mercato anche la notizia in bas alla quale Pride International (PDE – Nyse) ha stipulato un accordo per l’acquisizione di Marine Drilling (MRL – Nyse) per $2 miliardi.

Grande attenzione verra’ infine data all’intervento che il chiarman della Federal Reserve Alan Greenspan fara’ questa sera a chiusura dei mercati.