Società

WALL STREET: DOW PERDE, NASDAQ POSITIVO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Chiusura contrastata per gli indici di New York, dopo una seduta che ha avuto come protagonisti i titoli del settore high tech.

Il Nasdaq ha chiuso a 2.068,38 (+2,03%)
Il Dow Jones a 10.505.01 (-0,12%)
L’ S&P 500 a 1.215,93 (+0,39%).

I titoli tecnologici sono stati al centro dell’attenzione, in particolare i semiconduttori, dopo che Merrill Lynch ha emesso un upgrade su alcuni gruppi del comparto.
VEDI:
CHIP: PER MERRILL IL PEGGIO E’ PASSATO, NON PER PC

La banca d’affari ha infatti aumentato il rating su 11 societa’ del settore, dicendo, in una nota alla clientela, che “il peggio e’ ormai alle spalle”.

“Crediamo che l’insieme di vari fattori, tra cui stime stabili sugli utili, riduzione delle spese in conto capitale e il raggiungimento di un fondo sull’anno, dovrebbero consentire al comparto di iniziare a registrare performance superiori a quelle medie di mercato, nei prossimi sei-dodici mesi”, si legge nella nota inviata da Merrill Lynch.

“Il peggio e’ passato per l’economia e per gli utili”, ha detto Abby Joseph Cohen, strategist di Goldman Sachs, una dei guru di Wall Street.
VEDI:
MERCATI USA:PER COHEN ‘IL PEGGIO E’ PASSATO’

“Il mercato sta scontando alcune notizie cattive, ma le societa’ sono state brutalmente oneste – ha aggiunto Cohen, la quale promette che i mercati volatili daranno grandi opportunita’, precisando che – il prossimo anno vedremo un recupero negli utili”.

“L’upgrade di Merrill mette in luce un’industria attiva che dara’ segni di vita”, ha dichiarato James Gribbell di David L. Babson & Co.

La domanda nel comparto chip “ha toccato il fondo, e la fornitura globale si sta stabilizzando dopo essere cresciuta fortemente”, ha commentato Andrew Griffin, analista di Merrill, in una nota per gli investitori.

Una voce fuori dal coro e’ quella di un analista di Rittenhouse Financial Services, John Waterman, secondo il quale “si tratta di annunci frustranti, che in un certo senso causano un disservizio per gli investitori”.

“Nessuno di questi analisti – ha spiegato Waterman – dice che le cose andranno meglio, mentre si limitano a considerare che non peggioreranno ulteriormente”.

“Questi annunci fanno scattare un rally tra i titoli, ma non si tratta di un rialzo sostenuto nel tempo”, ha concluso Waterman.

“Il mercato sta andando meglio, ma sono ancora piccoli tentativi”, e’ infine l’opinione di Hugh Johnson, chief investment officer di First Albany Corp, che vede tuttavia una ripresa della fiducia”.

Sui listini in generale, hanno mostrato una tendenza al rialzo i settori semiconduttori, software, Internet, computer.

In ribasso, invece, i settori sanitario, farmaceutico, cartario, chimico, grande distribuzione.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE HANNO MOSSO I MERCATI:
WALL STREET: I TITOLI CHIAVE DEL 1° AGOSTO

WALL STREET: PERFORMANCE SETTORE PER SETTORE/2