WALL STREET: DOW IN ROSSO SCHIACCIATO DA HP

26 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Sui mercati americani, deciso sulla strada dei ribassi l’indice Dow Jones su cui si sente il peso delle notizie negative provenienti da Hewlett-Packard (HWP – Nyse).

Il gigante informatico ha infatti annunciato il prossimo licenziamento di circa 6.000 dipendenti ed ha ammesso che il fatturato relativo al secondo trimestre dell’anno, il suo terzo fiscale, sara’ inferiore a quanto precedentemente annunciato.

Il peso di HP si fa sentire anche sul settore high tech, frenato gia’ dai dati di bilancio e dalle prospettive deludenti di Compaq Computer (CPQ – Nyse). L’indice Nasdaq Composite oscilla infatti sulla parita’ rimanendo sotto l’importante soglia dei 2.000 punti.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

La seduta sembra ancora una volta incentrarsi sui bilanci aziendali, dove il pessimismo non accenna a sparire.

Un po’ di conforto potrebbe provenire da Corning (GLW – Nasdaq), uno dei primi produttori di fibre e cavi per reti ottiche al mondo, che incide positivamente dopo aver pubblicato una trimestrale che ha superato le aspettative.

Sul fronte macroeconomico, tre gli indicatori diffusi in mattinata.

L’indice che misura il costo del lavoro negli Stati Uniti (employment cost index) ha registrato nel secondo trimestre del 2001 un incremento dello 0,9%. Un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme al canale televisivo CNBC tra 17 economisti aveva ipotizzato per il secondo trimestre un rialzo dell’1%.

Gli ordini dei beni durevoli negli Stati Uniti sono scesi in giugno del 2%, mentre un sondaggio condotto dalla rete televisiva CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones rivela che gli economisti a Wall Street si attendevano un calo del 2,2%.

Infine, il numero dei sussidi di disoccupazione e’ sceso la scorsa settimana di 51.000 unita’, a quota 366.000, segnando il calo piu’ significativo dal mese di marzo. Il numero totale dei disoccupati che ricevono aiuti governativi e’ sceso di 17.000 unita’ a 308.7000, rimanendo pero’ al di sopra dei tre milioni, segnalando che i lavoratori continuano ad avere difficolta’ a trovare lavoro.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE STANNO MUOVENDO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHE MUOVONO IL MERCATO