WALL STREET APRE NEGATIVA

14 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il timore assai diffuso tra gli investitori che la Federal Reserve possa allentare i rubinetti della propria politica monetaria non abbandona gli animi degli investitori a Wall Street.

Sia il tabellone elettronico sia quello relativo alle blue chip aprono in territorio negativo.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Il problema consiste infatti nei dati congiunturali della settimana scorsa che hanno fatto emergere una realta’ alquanto contrastante con un’eccezionale performance delle vendite al dettaglio e del “Michigan Sentiment” e un modesto incremento dei prezzi alla produzione.

La paura sta infatti nel ritenere che con una decisa ripresa dell’economia americana la Fed non sia piu’ tentata a ridurre i tassi secondo le aspettative del mercato, che si attestano attualmente sui 50 punti.

Il quadro non sembra inoltre migliorare in questo primo giorno della settimana.

Pochi minuti fa sono state diffusi due dati macroeconomici che hanno fatto tutto fuorche’ contribuire a chiarire il quadro economico americano.

Il primo, relativo alle scorte di magazzino di marzo, calate dello 0,3%, il secondo, concernente la produzione industriale di aprile in flessione anc’essa dello 0,3%.