TRADING: JP MORGAN VEDE FUTURO NERO

6 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

J.P. Morgan Chase & Co. (JPM – Nyse), il colosso bancario, ha detto che i ricavi dalle operazioni di trading nel secondo, terzo e quarto trimestre prossimi, saranno inferiori a quanto registrato nei primi tre mesi dell’anno.

La ragione del ribasso risiederebbe nelle cattive condizioni del mercato.

La debolezza dell’equity (mercato azionario) continua a infierire sui tre settori chiave del business della banca d’affari, tra cui la compravendita di azioni, l’investment banking e il portafoglio azionario.

La banca ha stimato che il settore trading nel primo trimestre ha riportato un fatturato complessivo di $2,09 miliardi, mentre per i trimestri successivi la previsione oscilla tra i $1,6 e $1,7 miliardi.

L’annuncio giunge a margine di un commento negativo che Jp Morgan ha ricevuto oggi da Berstein sui futuri risultati alla fine dell’anno.

Attualmente il titolo accusa una flessione di quasi il 4%.