Fondo monetario internazionale pagina 3

Fmi bacchetta l’Italia: pensioni troppo alte, via la quattordicesima

Per l’istituto di Washington, la spesa pensionistica italiana, pari al 16% del Pil è la seconda più alta dopo quella della Grecia.

Fmi conferma: Pil mondiale a +3,9% nel bienno 2018-2019

Il Fondo monetario Internazionale conferma le stime sul Pil mondiale 2018 – 2019, che per entrambi gli anni sarà del 3,9%. Lo ha detto il direttore Christine Lagarde parlando a una conferenza a Jakarta. Nel 2017 la crescita globale è stata del 3,7 per cento. Inoltre, Lagarde ha avvertito i Paesi del Sud Est asiatico della necessità

Fmi ottimista sulla crescita globale, nessun ostacolo per la ripresa

Nessuna nube per la crescita globale. Secondo, Gerry Rice, direttore comunicazione del Fondo Monetario Internazionale, l’economia mondiale resta sulla strada giusta per continuare a crescere. Rassicurazioni sono arrivate anche sul fronte dei mercati: “Nonostante la volatilità degli ultimi giorni, riteniamo che le condizioni finanziarie continuino a sostenere la crescita economica. I mercati finanziari continuano a

Lagarde: “Il crollo dei mercati? Una correzione gradita”

Lo ha detto il numero uno dell’FMI, commentando la forte volatilità registrata la scorsa settimana dall’azionario.

Lagarde all’Italia: “Approfittare della crescita per tagliare debito”

Le indicazioni del numero uno dell’Fmi in un’intervista al Sole 24 Ore.

Fmi: da Brexit rischi consistenti per economia del Regno Unito

Al coro delle voci scettiche sull’opportunità della Brexit si è unita quella del Fondo monetario internazionale, per il quale l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea potrebbe avere “effetti negativi e consistenti” sulla crescita economica. Il Fmi si è espresso in occasione del consueto “colpo d’occhio” sull’economia britannica, precisando che la Brexit provocherebbe un prolungato periodo