SBARCARE
IN BORSA?
È UNA FEBBRE

3 Agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Con 88 miliardi di dollari e 531 nuove Ipo,
il secondo trimestre del 2007 risulta il più
vivace degli ultimi cinque anni. Le nuove
quotazioni sui mercati azionari, infatti,
hanno registrato un incremento da record
a livello mondiale in termini di numero e
di capitale raccolto. A stabilirlo è il report
Global Ipo pubblicato ieri da Ernst &
Young.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Il numero mondiale di quotazioni
è aumentato del 40% rispetto al primo trimestre
del 2007 e del 16% rispetto al secondo
trimestre dello scorso anno; mentre
l’ammontare del capitale raccolto è
cresciuto del 144% nei confronti del trimestre
precedente e del 42% in quelli dell’analogo
periodo dello scorso anno.
A contribuire maggiormente sono i mercati
emergenti: Brasile, Russia, India e Cina,
che hanno raccolto insieme 35 miliardi
di dollari con 90 Ipo. E realizzando
quattro delle cinque maggiori collocazioni
concluse in questo secondo trimestre.
«Lo scenario globale delle Ipo è in continua
evoluzione: sempre più gli investitori
internazionali cercano fuori dai mercati
nazionali buone opportunità di crescita»,
ha commentato Paolo Zocchi, partner Ernst
& Young e responsabile italiano Strategic
Growth Markets.

Nell’insieme, il capitale
raccolto dalle società negli Stati Uniti,
in Cina e in Russia corrisponde a circa
la metà del totale nel mondo, rispettivamente
con 15,7, 15,5 e 11,7 miliardi di
dollari. Per quanto concerne il numero di
Ipo concluse, il primato tocca all’Australia
con 66 collocamenti, davanti a Stati
Uniti (59) e Cina (50). Le performance registrate
dal mercato australiano hanno
permesso alla Australian Security
Exchange di essere al primo posto tra le
Borse mondiali per numero di quotazioni,
superando il Nasdaq di New York e l’Aim
di Londra. In termini di capitale raccolto,
le prime tre posizioni sono delle Borse di
Londra, Hong Kong e New York.

Copyright © Bloomberg – Finanza&Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved