17:38 mercoledì 22 Maggio 2024

Piazza Affari debole con l’Europa, riflettori su Nvidia

Giornata sottotono per le borse europee, mentre Wall Street oscilla intorno alla parità in attesa dei verbali della Fed e dei conti di Nvidia, questi ultimi in uscita a mercati chiusi. A Piazza Affari, il Ftse Mib termina in calo dello 0,4% a 34.460 punti, con realizzi su Saipem (-1,8%) dopo il balzo della vigilia in scia ai nuovi contratti per 3,7 miliardi di dollari. In calo Banca Popolare di Sondrio (-2,2%), Tenaris (-2%) e Snam (-1,9%), mentre avanzano Stm (+3,1%) e Mps (+2,3%).

Riflettori puntati sui verbali della banca centrale americana, anche se le ultime dichiarazioni dei funzionari sono concordi nel predicare cautela sui tagli dei tassi. I conti di Nvidia invece saranno utili per valutare le prospettive nel settore dell’intelligenza artificiale, che ha trainato i mercati nell’ultimo anno e mezzo.

Domani la Bce pubblicherà i dati sulle negoziazioni salariali, ma intanto gli omologhi dati tedeschi pubblicati dalla Bundesbank hanno evidenziato un aumento del 6,2% nel primo trimestre, superiore alle attese. Un’eventuale lettura più elevata del previsto anche nella zona euro potrebbe alimentare le preoccupazioni in ottica di inflazione e di futuri tagli dei tassi, dopo il taglio ormai scontato nella riunione di giugno.

Nel Regno Unito, i prezzi al consumo hanno rallentato ad aprile, scendendo a 0,3% su base mensile e al 2,3% su base annua, dallo 0,6% e dal 3,2% di marzo, pur risultando superiore alle aspettative. Il dato core è calato dal 4,2% al 3,9%, contro il 3,6% previsto.

Domani verranno diffusi anche gli indici PMI europei e americani, oltre che sui dati relativi alle negoziazioni salariali della zona euro.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp-Bund resta poco mosso intorno a 129 punti base con il decennale italiano al 3,83% e il Bund al 2,54%.

Tra le materie prime, l’oro è sceso a 2.390 dollari. In calo anche le quotazioni del greggio con il Brent a 82 dollari al barile, dopo l’aumento delle scorte Usa e aspettando la riunione del 1° giugno dell’Opec+.

Sul Forex il cambio euro/dollaro scambia in area 1,084 e il dollaro/yen sale a quota 156,5.

Breaking news

16:44
Area Euro, economia in modesta ripresa dopo la pandemia: le previsioni del FMI

Dopo la pandemia, l’interruzione delle forniture di gas russe e la guerra in Ucraina, l’economia dell’area euro mostra segnali di ripresa. Il Fondo Monetario Internazionale prevede una modesta crescita nel 2024, con ulteriori miglioramenti nel 2025, ma le sfide a medio termine rimangono.

16:10
Wall Street apre in lieve rialzo: Nvidia traina l’S&P 500

Wall Street apre con movimenti minimi dopo la pubblicazione di vari dati economici. Le richieste di sussidi di disoccupazione sono calate, ma i nuovi cantieri e i permessi edilizi sono in netto calo. Nvidia continua a trainare S&P 500 e Nasdaq Composite, mentre il petrolio Wti guadagna terreno.

14:51
Gruppo FS, intesa con Baraclit e Grendi per il trasporto ferro-gomma-mare

Un innovativo sistema di trasporto merci che combina ferrovia, mare e gomma è stato introdotto tra la Toscana e la Sardegna, riducendo il traffico stradale di circa 600 camion. Il progetto è stato presentato da Sabrina De Filippis di Mercitalia Logistics.

13:09
Tassi UK: BoE conferma costo del denaro al 5,25%

Tassi fermi in Uk, con il costo del denaro al 5,25%

Leggi tutti