15:29 martedì 21 Maggio 2024

Petrolio, prezzi in calo: Brent a -1,42%, WTI scende dell’1,59%

Si muovono al ribasso i future sugli indici petroliferi penalizzati dalle aspettative degli analisti di tassi di interesse statunitensi più alti ancora a lungo, a fronte di una inflazione persistente, che deprimeranno la domanda dei consumatori e dell’industria.

Il Brent scivola dell’1,42% a 82,51 dollari il barile mentre il West Texas intermediate (WTI) cala dell’1,59% a 78,03 dollari. Funzionari della Federal Reserve statunitense hanno detto che attenderanno ulteriori segnali di rallentamento dell’inflazione prima di prendere in considerazione tagli dei tassi di interesse.

La Fed ritiene “incoraggianti” i dati che indicano un raffreddamento delle pressioni inflazionistiche, ma “è ancora troppo presto per affermare che il processo disinflazionistico è duraturo”: è quanto ha affermato il vicepresidente della Fed Philip Jefferson, intervenendo ad un evento a New York, e confermato anche da altri esponenti della banca centrale USA. Questo implica che il primo taglio dei tassi potrebbe slittare a settembre e che quest’anno ve ne saranno al massimo due.

Breaking news

14:51
Gruppo FS, intesa con Baraclit e Grendi per il trasporto ferro-gomma-mare

Un innovativo sistema di trasporto merci che combina ferrovia, mare e gomma è stato introdotto tra la Toscana e la Sardegna, riducendo il traffico stradale di circa 600 camion. Il progetto è stato presentato da Sabrina De Filippis di Mercitalia Logistics.

13:09
Tassi UK: BoE conferma costo del denaro al 5,25%

Tassi fermi in Uk, con il costo del denaro al 5,25%

11:35
Borse cinesi in calo: Hong Kong chiude a -0,5%, Shanghai cede lo 0,4%

Le principali borse cinesi chiudono in calo dopo che i tassi di prestito di riferimento sono rimasti invariati. Gli investitori attendono misure di stimolo per rilanciare l’economia. L’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dello 0,5%, mentre gli indici di Shanghai e Shenzhen hanno registrato rispettivamente cali dello 0,4% e dell’1,9%.

11:18
Produzione nelle costruzioni in aumento in Italia: i dati di ISTAT

Ad aprile 2024, la produzione nelle costruzioni ha registrato un aumento del 2,3% rispetto a marzo, secondo l’ISTAT. Nonostante questo incremento mensile, la dinamica trimestrale rimane negativa. I dati corretti per gli effetti di calendario mostrano una crescita tendenziale sostenuta.

Leggi tutti