08:58 mercoledì 17 Aprile 2024

LVMH: rallentano le crescita nel primo trimestre

La crescita delle vendite di LVMH, il gigante del lusso noto per marchi come Louis Vuitton, Christian Dior, Celine e Loewe, ha subito un rallentamento all’inizio dell’anno. I consumatori benestanti hanno limitato le spese in prodotti di lusso come le borse Louis Vuitton e il Cognac Hennessy, portando a un incremento del 2% nella divisione moda e beni in pelle, la più grande del gruppo, nel primo trimestre. Questo aumento si confronta con la crescita del 18% registrata un anno prima dalla stessa unit.

Si tratta della crescita più lenta nei primi tre mesi dal 2016, escludendo il 2020, quando i lockdown dovuti al Covid-19 avevano bloccato le economie in tutto il mondo. Gli analisti intervistati da Bloomberg si aspettavano un aumento del 3,2%.

Il marchio Louis Vuitton ha registrato una crescita leggermente superiore alla media della divisione mentre la performance di Dior è stata leggermente inferiore, ha dichiarato il direttore finanziario di LVMH, Jean-Jacques Guiony.

Le prestazioni suggeriscono che LVMH Moet Hennessy Louis Vuitton SE, che ha resistito al rallentamento del lusso meglio della maggior parte dei suoi concorrenti, inizia ad avvertire la pressione. Guidato da Bernard Arnault, l’uomo più ricco del mondo, il conglomerato possiede circa 75 marchi di lusso che spaziano dalla moda, ai gioielli, agli hotel e ai liquori.

Le vendite di LVMH sono diminuite del 6% in Asia, escluso il Giappone, nel trimestre. Tuttavia, la domanda cinese di moda e beni in pelle, sia in patria che all’estero, è cresciuta di quasi il 10%, ha detto Guiony.

I ricavi organici sono aumentati del 2% sia negli Stati Uniti che in Europa.

La divisione di vini e spiriti di LVMH, che include marchi come Moet & Chandon e Dom Perignon, ha faticato poiché la domanda è rimasta debole, con ricavi organici in calo del 12%, peggio delle stime.

L’unità di selective retailing è stata la migliore in termini di performance, guidata da Sephora.

I marchi di gioielli, Tiffany & Co, che generano circa metà delle vendite di LVMH negli Stati Uniti, hanno risentito in parte dell’inflazione rispetto a Bulgari, la cui presenza in Asia è più importante. Il CFO ha anche detto che LVMH non si aspetta un “anno favoloso” per gli orologi.

Breaking news

27/05 · 17:39
Finale positivo a Piazza Affari (+0,79%), acquisti su Saipem e Tim

Giornata positiva per Piazza Affari, con Wall Street chiusa per festività. Cresce l’attesa per inflazione UE, Pce core e meeting Opec+

27/05 · 17:03
Israele, la Banca Centrale lascia il tasso di interesse al 4,5%

La Banca centrale di Israele ha deciso di mantenere il tasso di interesse invariato al 4,5%, concentrandosi sulla stabilizzazione dei mercati e sulla riduzione dell’incertezza economica durante la guerra. La politica monetaria dipenderà dall’andamento dell’inflazione, dalla stabilità dei mercati finanziari e dall’attività economica.

27/05 · 16:33
Generali Italia annuncia una partnership con Bmw Bank

Generali Italia e Bmw Bank Italia hanno lanciato ‘Key2You’, una nuova soluzione assicurativa facoltativa per i clienti Bmw, Mini, Motorrad e Alphera. La polizza offre una protezione completa per veicoli e conducenti, inclusi i veicoli elettrici, coprendo furto, incendio, atti vandalici e molto altro.

27/05 · 15:57
Carburanti, prosegue il calo dei prezzi di benzina e diesel

I prezzi di benzina e diesel continuano a scendere in Italia, con variazioni significative sia per il self-service che per il servito. Le quotazioni internazionali mostrano un trend differente per i due carburanti. Ecco i dettagli aggiornati sui costi medi praticati e le differenze tra i vari marchi.

Leggi tutti