08:57 mercoledì 22 Maggio 2024

Lagarde (Bce): ok taglio tassi a giugno, cautela su futuro

La presidente della Bce, Christine Lagarde, ha indicato che un taglio dei tassi di interesse è probabile il prossimo mese, poiché la rapida crescita dell’inflazione al consumo è ora largamente contenuta.

“Se i dati in arrivo rafforzeranno il livello di fiducia che abbiamo in merito al raggiungimento di un’inflazione al 2% nel medio termine, che è il nostro obiettivo, la nostra missione, il nostro dovere – allora c’è una forte probabilità” di una mossa il 6 giugno, ha dichiarato detto all’emittente irlandese RTE One.

“Sono davvero fiduciosa sul fatto che abbiamo l’inflazione sotto controllo,” ha detto. “La previsione che abbiamo per il prossimo anno e quello successivo è davvero molto, molto vicina all’obiettivo, se non all’obiettivo. Quindi, sono fiduciosa che siamo passati a una fase di controllo.”

I membri del Consiglio di Governo rifiutano di impegnarsi su un certo percorso dei tassi – un sentimento condiviso da Lagarde nell’intervista a RTE One. Molti però hanno indicato che le scommesse del mercato potrebbero essere simili al loro modo di pensare.

In un’intervista separata con Handelsblatt, il presidente della Bundesbank Joachim Nagel ha esortato alla cautela dopo una probabile prima riduzione. “Non dovremmo tagliare i tassi frettolosamente e mettere a rischio ciò che abbiamo raggiunto,” ha detto, aggiungendo che l’incertezza è “ancora alta.”

Quindi “anche se i tassi vengono abbassati per la prima volta a giugno, ciò non significa che taglieremo ulteriormente i tassi” nelle riunioni successive, ha detto Nagel. “Non siamo in modalità pilota automatico.”

Anche Lagarde ha avvertito dell’incertezza, ma è stata più circospetta. “Dobbiamo dipendere dai dati,” ha detto. “È una decisione collettiva che viene presa da tutti i membri del Consiglio direttivo, ed è molto difficile prescrivere o prevedere un percorso dopo il primo taglio”.

La presidente della BCE ha inoltre difeso l’operato dell’istituzione da lei guidata – “non abbiamo fatto un cattivo lavoro” – anche se ha riconosciuto che gli aumenti dei tassi nel 2022 avrebbero potenzialmente potuto iniziare più rapidamente (“tre mesi prima”).

“Avremmo potuto iniziare un po’ prima,” ha detto. “Ma non sono sicura che il risultato sarebbe stato così diverso.”

Breaking news

09:12
Piazza Affari apre a -0,5%, oggi focus sugli indici Pmi

Piazza Affari apre sotto la parità, in una giornata che vedrà il focus sugli indici Pmi manifatturiero e servizi

09:09
Borse europee: avvio cauto nel “giorno delle quattro streghe”, in arrivo i Pmi Ue

Cautela in avvio di scambi in Europa nel giorno delle 4 streghe. A livello macro attesa per i Pmi servizi e manifattura per il mese di giugno

08:50
Regno Unito: vendite al dettaglio sopra attese a maggio

Le vendite al dettaglio del Regno Unito hanno registrato un incremento mensile del 2,9%. Su base annua, emerge un aumento dell’1,3%.

08:43
Unicredit conclude seconda tranche piano buyback 2023

Unicredit ha concluso la Seconda Tranche del Programma di Buy-Back 2023. In totale, ha acquistato il 2,67% del capitale per €1,59 miliardi.

Leggi tutti