08:56 giovedì 18 Aprile 2024

Google licenzia 28 dipendenti per proteste contro Progetto Nimbus

Alphabet, casa madre di Google, ha annunciato il licenziamento di 28 dipendenti che hanno partecipato a proteste contro il Progetto Nimbus, un contratto del valore di 1,2 miliardi di dollari stipulato con Amazon.com per fornire al governo israeliano servizi di intelligenza artificiale e cloud.

Le proteste, coordinate dall’organizzazione No Tech for Apartheid, si sono svolte martedì presso gli uffici di Google a New York City, Seattle e Sunnyvale, in California. I manifestanti di New York e California hanno organizzato un sit-in di quasi 10 ore, con altri che documentavano l’azione, anche tramite una diretta su Twitch. Nove di loro sono stati arrestati martedì sera con l’accusa di violazione di proprietà.

Diversi lavoratori coinvolti nelle proteste, inclusi coloro che non hanno partecipato direttamente al sit-in, hanno ricevuto un messaggio dal gruppo Relazioni con i Dipendenti dell’azienda informandoli che erano stati messi in congedo. Google ha comunicato ai dipendenti interessati che sta “mantenendo questa questione il più confidenziale possibile, divulgando informazioni solo su base di necessità” in una email visionata da Bloomberg. Mercoledì sera, i lavoratori sono stati informati che erano stati licenziati dall’azienda, secondo una dichiarazione del personale di Google con la campagna No Tech for Apartheid.

Breaking news

17:38
Piazza Affari debole con l’Europa, riflettori su Nvidia

Piazza Affari in calo con le altre borse europee, in attesa dei conti di Nvidia e delle minute Fed. Domani i dati Bce su negoziazioni salari

17:30
Amazon annuncia un investimento di 15,7 miliardi di euro in Spagna

Amazon ha svelato un investimento di 15,7 miliardi di euro per potenziare i data center in Aragona, Spagna, che genererà 17.500 posti di lavoro indiretti e contribuirà al PIL spagnolo per 21,6 miliardi di euro entro il 2033.

16:14
Apertura cauta a Wall Street: cresce l’attesa per i dati di Nvidia

La borsa di New York apre con movimenti limitati, in attesa dei risultati trimestrali di Nvidia e dei verbali della Federal Reserve. La sessione precedente ha visto record per S&P 500 e Nasdaq. Focus sui commenti della Fed riguardo ai tassi di interesse e sulle prestazioni di Nvidia, dopo un anno di forti guadagni.

15:54
USA, aumentano le richieste dei mutui dopo il calo dei tassi d’interesse

I dati della Mortgage Bankers Association confermano l’incremento delle richieste di nuovi mutui negli Stati Uniti, legate del calo dei tassi d’interesse.

Leggi tutti