11:16 venerdì 23 Febbraio 2024

Ferrari: in aumento retribuzione per il CEO Vigna a 6,69 milioni di euro

Ferrari ha reso noto che per l’anno 2023, il pacchetto retributivo del suo CEO, Benedetto Vigna, ha raggiunto la cifra di 6,69 milioni di euro, segnando un notevole aumento rispetto ai 4,99 milioni di euro dell’anno precedente. La composizione della retribuzione fissa include un salario base di 1,5 milioni di euro, oltre a fringe benefit per un valore di 11.700 euro. Inoltre, la parte variabile della retribuzione è stata determinata in 2,95 milioni di euro, con gli incentivi a lungo termine che ammontano a 1,99 milioni di euro e i benefit pensionistici valutati in 230 mila euro.

Per quanto riguarda il presidente John Elkann, il suo compenso totale per l’anno 2023 è stato definito in 2,39 milioni di euro, evidenziando un incremento rispetto ai 1,98 milioni di euro del 2022. Tale retribuzione si divide in una componente fissa di 514 mila euro, una porzione variabile di 985 mila euro e incentivi a lungo termine pari a 879 mila euro.

Breaking news

10/04 · 17:14
Brasile, inflazione sotto il 4% per la prima volta da luglio 2023

Per la prima volta da luglio 2023, l’inflazione annuale in Brasile è diminuita, raggiungendo il 3,93% a marzo. Questo dato, pubblicato dall’istituto di statistica Ibge, si posiziona al di sotto delle aspettative del mercato e segna il tasso più basso registrato dall’estate precedente.

10/04 · 17:07
Fastweb e Eolo insieme per l’espansione della connettività ad alta velocità

Fastweb e Eolo annunciano una collaborazione strategica mirata a potenziare l’offerta di servizi di connettività ad alta velocità in zone d’Italia finora meno servite. L’accordo prevede l’uso combinato di tecnologie avanzate per garantire copertura e prestazioni superiori, con l’obiettivo di estendere l’accesso a Internet ad alta velocità a più utenti.

10/04 · 15:27
Fed, crolla la possibilità di un taglio dei tassi a giugno

Le probabilità che la Federal Reserve riduca i tassi di interesse a giugno hanno subito un forte calo, secondo le ultime stime del FedWatch Tool del Cme Group. L’incremento dell’inflazione ha ridotto significativamente queste previsioni, con un cambiamento nelle aspettative anche per le riunioni successive.

Leggi tutti