MILANO: RISALGONO MPS E UNICREDIT

15 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Mibtel attende l’apertura di Wall Street ed è in terreno negativo. L’indice perde il 2,66% a
32.953 punti. Tra i bancari si mettono in luce Montepaschi (+5,29%) e Unicredit (+2,21%). Intesa tiene in rialzo dell’1,37 mentre arretra San Paolo (-1,13%).

Pesanti i media con CLassEditori in calo del 4,84%, L’Espresso del 4,32%, Mondadori
del 4,8% e Mediaset del 2,83%. In attesa dei cda pomeridiani Seat scende del 3,82 e Telecom del 3,7%.

Venduti anche gli altri telefonici con Olivetti in calo del 5,88%, Tecnost del 5% e Tim del 2,94%.

Ancora bersagliato il gruppo Fiat. Le ordinarie
perdono il 3,21%, le privilegio il 7,13% e le risparmio il 2,51%. Le Ifi segnano un ribasso del 7,65%, le Ifil ordinarie dell’8,84% e le risparmio dell’8,98%.