LA CASA BIANCA SMENTISCE BERLUSCONI

9 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

La portavoce della Casa Bianca, Dana Perino, ha smentito ufficialmente che il presidente degli Stati Uniti George W. Bush abbia deciso che il prossimo meeting del G8 si terra’ martedi’, per cercare di risolvere con un approccio comune la crisi finanziaria globale.

La smentita da Washington e’ stata originata dopo che le agenzie di stampa internazionali hanno battuto una notizia secondo cui il presidente del Consiglio, Silvo Berlusconi, in una conferenza stampa a Roma ha annunciato di aver parlato al telefono della crisi finanziaria con George Bush, e che nel corso della conversazione il presidente degli Stati Uniti gli aveva fatto capire di essere pronto a partecipare a un meeting dei paesi del G8 il prossimo martedi’ 14 ottobre, per trovare soluzioni comuni alla crisi finanziaria.

Berlusconi ha indicato che Bush sta sondando i leader del G8 e che l’ipotesi e’ di tenere il vertice a Washington o a New York: ‘Bush mi ha telefonato indicando come data preventiva per il G8 martedi’ prossimo. Io mi sono detto disponibile per quella e altre date’.

Bush e’ “aperto” pero’ ad un meeting del G8 e all’idea di “incontrarsi al momento piu’ appropriato con gli altri leader per discutere le questioni finanziarie”, “ma non c’e’ ancora una riunione ne’ proposta ne’ in calendario”, fa sapere la Casa Bianca.

Il presidente – ha detto la portavoce Dana Perino – conferma invece che incontrera’ questo sabato alla Casa Bianca i ministri delle finanze dei paesi del G7 e i responsabili del Fmi Domenique Strauss-Kahn e della Banca Mondiale Robert Zoellik. Il G7 comprende Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Italia, Francia, Giappone e Canada. Il G8 comprende anche la Russia.