LA BCE LASCIA INVARIATI I TASSI

25 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Come era ampiamente previsto, la Bce, Banca centrale europea, non ha rialzato i tassi di interesse della zona euro, che restano così al 3,75%.

Gli analisti non sono rimasti sorpresi e del resto il fatto che la riunione dei banchieri si sia svolta oggi per la prima volta in videoconferenza lasciava capire il tono disimpegnato del confronto, come se non ci fosse nulla da decidere o come se tutto fosse stato già deciso prima.

Ora si guarda a giugno, alla riunione dell’8. Già in quella sede la Bce potrebbe operare l’attesa stretta monetaria, forte dei dati più aggiornati sull’inflazione.

L’euro (vale 1936,27 lire) rimane debole, con scarse oscillazioni. Più che altro sembra bloccato tra 0,90 e 0,92 dollari; ora c’è chi teme che possa finire per testare i livelli più bassi, fino a 0,8840-50.