Hacker violano LinkedIn

7 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia
Il contenuto di questo articolo – pubblicato da Il Fatto Quotidiano – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Roma – «Cambiate le password, siamo stati attaccati». Linkedin, il social network professionale ha comunicato su Twitter di aver aperto un’inchiesta sulla possibilità che 6,4 milioni di password siano state trafugate e postate su un forum russo e di essersi messo subito al lavoro per verificare il furto. Ai clienti è stato subito suggerito di modificare la propria parola d’accesso «come passo precauzionale» in attesa che la notizia sia confermata.

DATI MOLTO SENSIBILI – L’invito arriva dall’esperto di sicurezza Sophos, Graham Cluley che ha sottolineato come la crittografia con algoritmo Sha-1 potrebbe non essere sufficiente.

LinkedIn raccoglie utenze soprattutto di professionisti che aprono l’account per essere messi in contatto con gente dei propri settori oppure semplicemente per farsi conoscere. L’account raccoglie un enorme numero di dati personali: se la violazione della privacy fosse accertata il social network rischia di perdere moltissimi clienti.

Copyright © Corriere della Sera. All rights reserved