Finale Piazza Affari +0,3%, bene Iveco e Leonardo

di Marco Russo
9 Febbraio 2024 17:38

Giornata senza particolari spunti per le borse europee, focalizzate prevalentemente sulle trimestrali. A Piazza Affari, il Ftse Mib termina in rialzo dello 0,3% a 31.156 punti, con Iveco Group (+7,7%) in vetta dopo i conti, seguita da Leonardo (+3,3%), che ha confermato la guidance 2023. Arretrano invece le utilities Hera (-2,4%), A2a (-2,6%) ed Erg (-2,7%).

A Wall Street, nuovo record per l’S&P 500 sopra quota 5.000 punti, mentre la revisione dei dati Cpi sull’inflazione non ha segnalato grossi stravolgimenti, alimentando le speranze di rallentamento dei prezzi a supporto di tagli dei tassi nel breve termine.

Dall’agenda macro sono giunti i dati italiani di dicembre sulla produzione industriale, in aumento dell’1,1% su base mensile e oltre le attese.

Nel corso della prossima settimana l’attenzione sarà rivolta prevalentemente ai dati americani sui prezzi al consumo (martedì) e sulle vendite al dettaglio, oltre che sugli interventi dei banchieri centrali, fra cui Christine Lagarde per la Bce. Focus anche sulla stagione di utili in Europa e in Italia.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp-Bund supera i 157 bp, con il rendimento del decennale italiano in aumento al 3,95% e quello del Bund al 2,38%, mentre i Treasury decennali Usa salgono al 4,18%.

Tra le materie prime, il petrolio Brent si stabilizza sopra 81 dollari al barile dopo i rialzi di questa settimana, mentre sul Forex il cambio euro/dollaro è poco mosso a 1,078 e il dollaro/yen è pari a 149,3.