CANAL PLUS PRONTA A RINFORZARE TELE +

8 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Canal Plus vuole “premere l’acceleratore” sullo sviluppo di Telepiù perché il mercato italiano, tra i più dinamici, “contribuirà al valore di
domani del gruppo”.

Lo ha dichiarato oggi il presidente del
colosso di pay-tv francese, Pierre Lescure, precisando di attendersi i primi utili sul fronte della controllata italiana nel 2001, dopo un impatto sull’esercizio 2000 ancora più negativo di quello del 1999. Telepiù, insieme agli investimenti da 220 milioni di euro per una nuova generazione di decoder, ha infatti fatto chiudere il 1999 con perdite di 336 milioni di euro, 660 miliardi di lire, contro il ‘buco’ di 28 milioni del 1998.

Canal Plus, che attualmente detiene il 99% di Telepiù, ha precisato che intende mantenere la maggioranza del capitale e operativa, ma non al 100%. “Abbiamo un accordo con la Rai per
un suo ingresso tra il 5 e il 10%”, ha ricordato Lescure, precisando che la mancata alleanza con l’Enel in Telepiù era la conseguenza dei conflitti di interesse dopo il terremoto provocato dalla fusione Vodafone-Mannesmann.

Canal+, che vuole diventare il primo operatore europeo di televisione multiservizi, prevede di conquistare entro il 2005 altri 10 milioni di abbonati – attualmente ne ha 14 milioni –
con il 100% di abbonamenti alla piattaforma digitale e con una spesa media per abbonato tra i 100 e i 550 euro al mese.