BORSA MILANO: APRE IN RITARDO, OCCHI SU MONTEDISON

4 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Per motivi tecnici questa mattina la Borsa di Milano aprirà più tardi la fase delle contrattazioni. Cresce ancor più l’attesa per vedere come si muoveranno i titoli coinvolti nell’opa (offerta pubblica di acquisto)di Compart su Montedison.

I prezzi teorici già segnano balzi da gigante: +19,05% per Montedison ordinarie; +22,7% per le rnc; +4,44 per le risparmio.

Le condizioni dell’offerta prevedono che sia formulata a condizione che, data la situazione del possesso azionario da parte di Compart di oltre il 30% di Montedison, l’autorità competente non rilevi che esista l’obbligo per Compart di promuovere un’offerta pubblica anche sulle azioni ordinarie di società quotate partecipate dall’emittente (Edison, e qui deciderebbe la Consob, ed Eridania, e in questo caso interverrebbe la Cob francese). L’offerta non sarà condizionata al raggiungimento di una soglia minima di adesioni.

L’Offerta è inoltre sottoposta alle seguenti condizioni, alle quali l’offerente si riserva peraltro di rinunciare:

1) mancata effettuazione da parte dell’emittente o di sue controllate, di atti od operazioni, non autorizzati dall’offerente, suscettibili di contrastare il conseguimento degli obiettivi dell’offerta;

2) mancato verificarsi di situazioni pregiudizievoli per il Gruppo dell’emittente, tali da alterare in modo sostanziale il profilo patrimoniale o finanziario dello stesso rispetto a quanto evidenziato nella semestrale 1999, eccezion fatta per gli effetti di operazioni o fatti, successivi al 30 giugno 1999, debitamente resi noti al mercato prima della data odierna ovvero comunque autorizzati dall’offerente.