BERNANKE: TENSIONE STRAORDINARIA SUI MERCATI

23 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

“Nonostante gli sforzi della Federal Reserve, del Tesoro e delle altre agenzie, i mercati finanziari globali – ha detto Bernanke secondo quanto è stato anticipato dalla relazione che leggera’ al Senato – restano sotto straordinario stress”.

L’ approvazione da parte del Congresso – ha aggiunto – “é richiesta con urgenza allo scopo di stabilizzare la situazione” ed evitare “conseguenze molto serie per i nostri mercati finanziari e la nostra economia”.

Paulson ha inoltre messo in evidenza che le attuali turbolenze del mercato rappresentano “un grande rischio per i contribuenti americani”. “Quando il sistema finanziario non funziona come dovrebbe – ha spiegato il segretario al Tesoro Usa – sono minacciati i risparmi degli americani e la capacità di consumatori e aziende di finanziare spese e investimenti, e la creazione di posti di lavoro”. Paulson ha quindi sottolineato che la “vera tutela dei contribuenti sarà la stabilità del mercato” che si viene a determinare una volta “rimossi gli asset a rischio dal nostro sistema finanziario”. “Sono convinto che questo approccio aggressivo costerà alle famiglie americane molto meno dell’alternativa”, ha aggiunto Paulson facendo riferimento alla “serie continua di fallimenti di istituzioni finanziarie” e a “un mercato del credito congelato incapace di garantire finanziamenti necessari e l’espansione dell’economia”.