BERNANKE: BENE SETTORE BANCARIO, MA OCCHIO AI MUTUI

8 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

La rapida crescita dei mutui immobiliari nelle banche medie e piccole è, per il presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, motivo di preoccupazione: pur in presenza di un ottimo stato di salute degli istituti, c’é il rischio che le regole prudenziali di erogazione dei prestiti possano cedere di fronte alle prospettive di crescita del giro d’affari.

Parlando nel corso del convegno organizzato dall’Independent Community Bankers of America, in corso a Las Vegas, Bernanke ha osservato che “in molto mercati locali, i mutui immobiliari hanno avuto un buon successo. Le nostre valutazioni del fenomeno ci dicono che gli standard seguiti per evadere le richieste di fondi sono generalmente buone” e che non sono comparabili alle carenze che hanno portato due decenni fa alla crisi del risparmio e degli impieghi.

A ogni modo, ha aggiunto, “sono stati individuati di recente segnali di mutui sottoscritti con standard meno stringenti”. Per questa ragione, conclude Bernanke, è necessario vigilare per evitare l’aumento della “possibilità che le pratiche di risk-management nelle banche locali possa causare rischi” alla stabilità del sistema sulla scia dell’interesse ad aumentare il giro d’affari.