Arriva la stampante ad acqua per risparmiare soldi in fogli e cartucce

3 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Come una stampante normale, ma con una sottilissima differenza: non servirà più l’inchiostro ma basterà l’acqua.

Arriva dal Giappone una nuova tecniologia che potrebbe rivoluzionare il mondo delle stampanti. Facendo risparmiare tra l’altro tanti soldi, visto che manderebbe in pensione le classiche cartucce. E permettendo la stampa ecologica, tutelando gli alberi.

Una delle caratteristiche principali risiede nel fatto che, grazie alla tecnologia “water-jet”, qualunque cosa si stampi, la durata del materiale stampato dura meno di 24 ore. Il che vuol dire che la pagina torna ad essere bianca e si può quindi riutilizzare dozzine di volte.

Sean Xiao-An Zhang, professore di chimica alla Jilin University in Cina, ha dichiarato: “Molte statistiche che abbiamo raccolto hanno messo in evidenza che il 40% delle pagine che vengono stampate negli uffici viene gettato nella spazzatura dopo un solo giorno”.

Il funzionamento é molto semplice: il trucco sta nella carta, che viene trattata con un colorante invisibile che si colora in presenza di acqua e poi scompare. La stampa svanisce entro 22 ore a temperature inferiori ai 35 gradi ma nel frattempo risulta essere chiara, leggibile e la tecnologia è anche a buon mercato.

Ad oggi il team al lavoro ha creato quattro tipi diversi di colori ad acqua: blu, magenta, oro e viola, ma in grado di stampare con un solo colore alla volta. Il prossimo passo sarà quello di migliorare la risoluzione e la durata.