Armi: lobby americana lancia videogioco che fa discutere

16 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Ad un mese esatto dalla strage di New Town e a poche ore dalla nuova tragedia nel Missouri la National Rifle Association, la potente lobby americana delle armi, lancia un videogioco che sta facendo discutere. Si tratta in pratica di un poligono virtuale per aspiranti tiratori dai 4 anni insù.

Disponibile gratuitamente nell’Apple Store di iTune, i giocatori sparano contro bersagli a forma di bara con pistole e fucili, che possono essere resi più potenti con upgrade a partire da 99 centesimi di dollari.

Secondo la descrizione su iTunes, il gioco è destinato a insegnare “in modo sicuro e responsabile l’uso delle armi attraverso divertenti sfide e simulazioni realistiche.” Poiché non contiene “nessun materiale discutibile” è pertanto adatto a bambini dai 4 insù. Ultimo atto di una guerra dichiarata al presidente Americano e a chiunque tenti di porre dei limiti alla vendita indiscriminata delle armi.

Poche ore dopo la presentazione – da parte del presidente Obama – di una serie di proposte volte proprio a evitare ulteriori casi del genere dopo le recenti stragi nelle scuole, la lobby delle armi made in Usa ha risposto al fuoco, definendo il presidente un “ipocrita elitario”: “Per caso – si chede nello spot la National Rifle Association, le sue figlie sono migliori delle nostre?”.