ZONA EURO: PER MERRILL LYNCH CRESCITA ALL’1,25%

21 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Merrill Lynch vede la recessione.

Secondo la banca d’affari americana la crescita di Eurolandia sarà limitata all’1,25% rispetto alla precendente previsione del 2%.

La Federal Reserve, dice ancora Merrill Lynch, dovrebbe tagliare nuovamente i tassi di interesse, per l’esattezza di 100 punti base, per portarli al 2%, altrimenti sarà crisi.

Il pericolo di una recessione è molto concreto, dice ancora la banca, e anche la Banca Centrale Europea dovrebbe nuovamente tagliare il costo del denaro di 75 punti base per portarlo al 3% entro la fine dell’anno.