Zimbabwe: la Banca centrale alza i tassi

12 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

La Banca centrale dello Zimbabwe ha alzato il proprio tasso di riferimento di 200 punti percentuali, portandolo al 500 percento, dopo che l’inflazione si è impennata ai massimi storici.
Il tasso per prestiti non garantiti da collaterale è aumentato al 600 percento dal 350 percento precedente, ha detto il governatore della banca centrale, Gideon Gono, ai banchieri del paese riuniti ieri a Harare, secondo una copia del suo discorso inviata per posta elettronica.L’inflazione nel paese sud-africano è balzata al 1.205 percento ad agosto, dopo che il 31 luglio la banca centrale aveva svalutato la moneta del 60 percento rispetto al dollaro, facendo lievitare i costi delle importazioni.