“Young Global Leader”: nella classe 2021 c’è anche l’italiana Alessandri

10 Marzo 2021, di Mariangela Tessa

Appartengono al mondo della ricerca, del business, delle arti, della politica e dell’impegno sociale e sono i più promettenti ed innovatori nella generazione ‘under 40’ i 112 ‘Giovani Leaders Globali’ scelti dal World Economic Forum per formare la ‘classe 2021’. Vengono da 56 Paesi e tra di loro c’è anche l’italiana Erica Alessandri, Board Member e Digital Product Manager di Technogym.

La nomina, nella classe YGLs 2021, è avvenuta in virtù sia della sua esperienza internazionale con Technogym nell’innovazione digitale applicata al wellness e alla salute, sia del suo impegno sociale nel promuovere la family legacy attraverso Wellness Foundation e la partecipazione a numerosi convegni internazionali.

“Sono onorata di entrare a far parte dei Young Global Leaders, una community internazionale di giovani che si stanno distinguendo nel mondo della scienza, della cultura e del business, e di lavorare con loro su iniziative concrete per un futuro migliore e più sostenibile. Non vedo l’ora di iniziare a collaborare con i miei coetanei e portare il mio contributo personale e le conoscenze acquisite negli anni nei settori salute, wellness e digital sia con Technogym che nelle mie esperienze personali” ha commentato.

Che cosa è il Forum “Young Global Leaders

Il Forum “Young Global Leaders” è un‘iniziativa no-profit collegata al World Economic Forum di Davos che mira a creare una community di giovani leader provenienti da tutto il mondo che possano dare un contributo concreto alla creazione di un nuovo modello di leadership per il futuro basata sulla sostenibilità.

L’obiettivo della community è connettere giovani leader diversi, dinamici e rappresentativi a livello globale per un programma di crescita con l’obiettivo di lavorare sulle loro skill e capacità di fare scelte economiche sostenibili attraverso il loro impegno in progetti concreti e collaborativi.

Ogni anno circa 130 giovani leader mondiali vengono selezionati per entrare a far parte della community di circa 1.400 YGL di 120 nazionalità.

Gli Ygl parteciperanno a un programma di cinque anni che offre corsi formativi, spedizioni ed opportunità di collaborare e testare idea con altri coetanei, ma anche con un network di premi Nobel, vincitori di premi Pulitzer, capi di Stato e Ceo, tutti impegnati – come e’ nell’obiettivo del Wef – a “migliorare le condizioni del mondo’