YAHOO! SCENDE DOPO L’ANNUNCIO DEGLI UTILI

12 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Yahoo! (YHOO) ha riportato utili per 57,6 milioni di dollari, ovvero 19 centesimi ad azione.

Gli analisti avevano previsto 15 centesimi ad azione, ma e’ il quindicesimo trimestre che Yahoo! supera le aspettative, quindi nulla di nuovo.

Tranne che circolavano voci di utili per 20-22 centesimi e il dopo mercato ha reagito male. Il titolo aveva gia’ perso il 9% durante la sessione di ieri, chiudendo a 397 3/8, e ha continuato a cadere anche nel pre-borsa di oggi, raggiungendo quota 384.

Sembra anche che gli investitori non approvino l’idea di un’eventuale fusione di Yahoo! con un’azienda dei media, resa probabile ora dopo l’accordo America Online (AOL) con Time Warner (TWX).

C’e’ poi un altro problema legato ai numeri resi noti.

Il Chief Financial Officer Gary Valenzuela ha annunciato che gli utili del quarto trimestre sono cresciuti del 347% rispetto ai 12,9 milioni di dollari dell’anno precedente; che il fatturato di 201,1 milioni di dollari rappresenta una crescita del 120% sui 91,3 milioni di dollari riportati nello stesso periodo dell’anno scorso e che i profitti annuali ammontano a 142,8 milioni di dollari, o 48 centesimi ad azione, su un fatturato totale di 588,6 milioni di dollari.

Fin qui tutto sembra per il meglio.

Ma Valenzuela ha anche aggiunto che questa crescita non e’ sostenibile e che dovrebbe rallentare gia’ nel primo trimestre di quest’anno. Cosi’ come per i margini.
Nel quarto trimestre il margine operativo era del 40%, ma nel lungo periodo ci si aspetta il 30-36%.

L’ultimo trimestre ha avuto risultati cosi’ positivi anche grazie al numero record di visitatori che, a 120 milioni nel solo mese di dicembre, rappresenta il doppio rispetto all’anno precedente e al volume record di ordini.

Durante la stagione delle feste, da Thanksgiving a Natale, gli acquisti eseguiti attraverso Yahoo! erano in aumento del 385% sull’anno e si deve ricordare che questo portale per l’Internet riceve dalle societa’ partner sia percentuali sulle vendite che commissioni fisse.

Ora il mercato vuole sapere se Yahoo! intenda annunciare presto una acquisizione della portata AOL-Time Warner.

Naturalmente, i piani, se ne ce fossero, rimangono segreti, ma il Ceo, Tim Koogle ha commentato a Mary Meeker di Morgan Stanley Dean Witter come la prima grande fusione dell’anno sia favorevole a Yahoo! perche’ convalida l’Internet come piattaforma di distribuzione.

L’unico annuncio al momento e ‘ quello dello split delle azioni 2 per 1 previsto per il giorno di San Valentino.

DLJ ha fissato il target di prezzo per Yahoo! a 500 dollari nei prossimi 6-12 mesi.