World Courier triplica la capacità di immagazzinamento per la sperimentazione clinica in tutto

14 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

World Courier è lieta di annunciare l’apertura del suo più recente impianto per l’immagazzinamento di farmaci sperimentali “purpose-driven” (“guidati dal fine”, n.d.t.) a Melbourne (Australia) e Johannesburg (Sud Africa), portando la sua rete di depositi di materiali per la sperimentazione clinica, che è conforme alle norme di buona fabbricazione (GMP, Good Manufacturing Practice), a un totale di 11 in tutto il mondo, e fornendo un accesso logistico ed efficace in termini di costi a due continenti che hanno un’importanza critica per il settore farmaceutico globale. “Questi due continenti garantiscono oltre il 15% dell’attuale volume di prove cliniche a livello globale condotte al di fuori del Nord America, e rappresentano un mercato annuale che viene stimato essere di circa 3 miliardi di USD, ed una frequenza di studio che è quasi doppia rispetto a quella della Cina e dell’India combinate insieme”, afferma Wayne Heyland, Presidente e CEO del gruppo di società World Courier. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

World Courier Management Inc.Rüdiger Lomb, +49 30 24 31 42 0Fax: 49 30 24 31 42 29Direttore globale per la qualità e la compliance tecnicarlomb@worldcourier.deCTSCS@worldcourier.com