Western Union comunica i risultati registrati nel quarto trimestre e nell’intero anno d’eserciz

3 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Western Union Company (NYSE : WU) ha comunicato oggi i risultati finanziari registrati nel quarto trimestre e durante l’intero esercizio 2009. Tra i dati salienti per il trimestre in oggetto meritano menzione: Utile pari a 1,3 miliardi di dollari, ovvero un aumento del 2% rispetto al quarto trimestre dell’esercizio precedente Utile con adeguamento valutario costante sceso dell’1% Rendimento per azione GAAP e con adeguamento valutario costante pari a $0,32; a confronto con il rendimento per azione GAAP registrato nel quarto trimestre del 2008 di $0,34, o $0,37 escludendo le spese di ristrutturazione Margine di gestione GAAP pari al 24%, a confronto con il margine di gestione GAAP registrato nel quarto trimestre del 2008 pari al 26%, o al 28% escludendo le spese di ristrutturazione Il segmento di attività relativo ai trasferimenti di denaro nazionali ha ricominciato a registrare un aumento del volume delle transazioni Tra i dati salienti per l’intero esercizio si menzionano: Utile pari a 5,1 miliardi di dollari, ovvero un calo del 4% rispetto al 2008 Utile con adeguamento valutario costante sceso dell’1% Rendimento per azione GAAP pari a $1,21, oppure rendimento per azione pari a $1,29 escluso il rateo per la composizione di controversie multistatali e con lo Stato dell’Arizona contabilizzato nel terzo trimestre (il rateo per la composizione delle controversie); rispetto al rendimento per azione GAAP pari a $1,24, o al rendimento per azione di $1,31 escluse le spese di ristrutturazione del 2008 Margine di gestione GAAP pari al 25%, o al 27% escluso il rateo per la composizione delle controversie, a confronto con il margine di gestione GAAP registrato nel 2008 pari al 26%, o al 27% escludendo le spese di ristrutturazione Liquidità derivata dalle attività operative pari a $1,2 miliardi di dollari Dati salienti del 2009 dal punto di vista strategico e operativo: Aumento della quota di mercato per quanto riguarda i trasferimenti di denaro transfrontalieri consumer-to-consumer (C2C) dal 17% del 2008 ad una percentuale stimata del 18% nel 20091 Numero di agenzie salito a più di 410.000 Perfezionamento dell’acquisizione di Custom House, con conseguente accesso da parte della società all’importante mercato internazionale dei pagamenti business-to-business (B2B) Perfezionamento dell’acquisizione della divisione di FEXCO operante nel settore dei trasferimenti di denaro, con conseguente consolidamento della piattaforma della società per l’espansione della distribuzione al dettaglio in Europa Avanzamento delle iniziative per la distribuzione tramite banche, tra cui nuove alleanze con U.S. Bank e Fifth Third Bank (1) Aite Group, LLC: “Money Transfers: Riding the Wave,” April 2009, and Western Union estimates Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

The Western Union CompanyMediaTom Fitzgerald, [email protected] Salop, [email protected]