Western Union acquisirà l’attività di trasferimento denaro di uno dei suoi più grossi agenti, F

11 Febbraio 2009, di Redazione Wall Street Italia

The Western Union Company (NYSE : WU), leader globale in servizi di trasferimento di denaro, ha firmato oggi un contratto per l’acquisizione dell’attività di trasferimento di denaro della FEXCO, con sede in Europa, uno dei più grossi agenti della società. La transazione, la cui conclusione è prevista per la prima metà del 2009 ed è soggetta ad approvazioni regolatrici consuetudinarie e a condizioni di chiusura, fa parte della strategia di Western Union di avvicinamento alla base di consumatori e di posizionamento del suo marchio per una crescita continua. Attualmente FEXCO gestisce e fornisce tutti i servizi e il sostegno a oltre 10.000 sedi con diretto contatto con il cliente in sette Paesi europei: Regno Unito, Spagna, Irlanda, Svezia, Norvegia, Danimarca e Finlandia. Come risultato di tale transazione, Western Union da ora: gestirà direttamente oltre 10.000 sedi con contatto diretto con il cliente in sette Paesi europei e fornirà supporto diretto in termini di formazione, marketing e aspetti operativi; avrà maggiore influenza sull’esperienza del marchio al consumo; sarà meglio posizionata in Europa in seguito all’implementazione della Direttiva sui servizi di pagamento, programmata per il mese di novembre 2009, per entrare in nuovi mercati, introdurre nuovi prodotti e servizi ed allargare il tipo di agenti a nuove classi commerciali in alcuni Paesi. La presidentessa e direttrice generale di Western Union Christina Gold ha dichiarato: “FEXCO è stato un valido partner di Western Union per quasi due decenni e ha svolto un ruolo importante nell’allargamento della nostra attività in Europa. Questa transazione ci darà una più ampia gestione della distribuzione in queste regioni e creerà una struttura operativa più flessibile e reattiva mentre anticipiamo i prossimi cambiamenti regolatori nel settore del trasferimento di denaro in Europa. Noi crediamo che l’acquisizione di FEXCO sia tempestiva e strategica. Ci posizionerà per un’espansione dei margini di profitto e di crescita nel tempo.” Brian McCarthy, fondatore e presidente esecutivo di FEXCO, ha aggiunto, “Una chiave del successo di FEXCO è stata il suo spirito imprenditoriale nel costruire anticipando le opportunità di mercato. Siamo fieri della fidata rete di trasferimento di denaro che abbiamo costruito in tutta Europa e dei clienti che serviamo da quasi due decenni. FEXCO confida nell’abilità di Western Union di continuare a sviluppare l’attività mentre si espande sulle nostre consolidate relazioni con i consumatori e sulle nostre solide fondamenta.” “Siamo lieti che la forte relazione suggellata fra le due società persista nel futuro mentre continuiamo a fornire a Western Union un supporto strategico. Crediamo anche che FEXCO possa sostenere l’attività di trasferimento globale di denaro di Western Union con uno sviluppo mirato di nuove e potenziate applicazioni per i loro mercati in futuro,” ha concluso McCarthy. In seguito e a condizione che siano presenti le approvazioni regolatrici e che vengano soddisfatte le condizioni di chiusura, Western Union assumerà il 100 per cento della proprietà dell’attività di trasferimento di denaro di FEXCO. Circa 300 dipendenti FEXCO entreranno in Western Union al completamento della transazione. FEXCO continuerà a dare supporto a Western Union attraverso la gestione di call center europei di FEXCO siti a Killorglin e Cahirciveen, Irlanda, e sarà responsabile di tali dipendenti. FEXCO è agente Western Union dal 1990, e nel 2001 Western Union ha acquisito un interesse del 25 per cento nella sua attività generale. Come parte dell’accordo, Western Union cederà il suo interesse nell’attività di trasferimento non in denaro di FEXCO. L’acquisto dell’attività di trasferimento di denaro FEXCO e la cessione degli interessi di Western Union nelle altre attività di FEXCO porterà a un pagamento netto in contanti da parte di Western Union a FEXCO di 123,1 milioni di euro (159,5 milioni di dollari USA) La transazione è prevista a $0,02 con diluizione degli utili per azione di Western Union nel 2009. L’impatto di diluizione è stato incluso nella guida agli utili per azione della società del 2009 da $1,18 a $1,28 al 5 febbraio 2009. Dichiarazione di conformità all’autotutela per le dichiarazioni rilasciate a titolo di previsione Questo comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni rilasciate a titolo di previsione secondo quanto prevede il Private Securities Litigation Reform Act del 1995. Tali dichiarazioni non sono garanzie di prestazioni future e comportano alcuni rischi, incertezze e ipotesi difficili da prevedere. I risultati e gli esiti effettivi possono differire sostanzialmente da quelli espressi o implicati dalle nostre dichiarazioni aventi carattere di previsione. Termini quali “prevede”, “intende”, “anticipa”, “crede”, “stima”, “guida”, “fornisce guida”, “fornisce panoramica” e simili espressioni o verbi al futuro o al condizionale come “potrà”, “dovrebbe”, “potrebbe” identificano tali dichiarazioni aventi carattere di previsione. I lettori di questo comunicato stampa di The Western Union Company (la “Società”, “Western Union”, “noi”, “nostro” o “ci”) non dovrebbero basarsi esclusivamente sulle dichiarazioni rilasciate a titolo di previsione e dovrebbero considerare tutte le incertezze e i rischi discussi sotto i “Fattori di rischio” inclusi nel rapporto annuale sul modulo 10-K per l’anno concluso al 31 dicembre 2007. Le dichiarazioni valgono solo alla data in cui vengono effettuate e la Società non si assume alcun obbligo di aggiornare alcuna dichiarazione rilasciata a titolo di previsione. I possibili eventi o fattori che potrebbero far sì che i risultati o le prestazioni differiscano sostanzialmente da quelli espressi nelle nostre dichiarazioni previsionali includono quanto segue: cambiamenti delle condizioni economiche generali e delle condizioni economiche nelle regioni geografiche e nelle industrie nelle quali operiamo; movimenti contrari e volatilità nei mercati finanziari e altri eventi che influenzano la nostra liquidità, la liquidità dei nostri agenti, il valore dei nostri investimenti o la nostra capacità di recuperare i medesimi; i cambiamenti delle leggi sull’immigrazione, dei modelli e di altri fattori correlati all’immigrazione; cambiamenti tecnologici, in particolare riguardo all’e-commerce; il mancato rispetto – da parte nostra, dei nostri agenti o subagenti – dei nostri standard tecnologici e aziendali, dei requisiti di contratto o di leggi e regolamenti applicabili, specialmente leggi mirate alla prevenzione del riciclaggio di denaro sporco e al finanziamento dei terroristi; la nostra capacità di attrarre e trattenere dipendenti chiave qualificati e di gestire la nostra forza lavoro con successo; i cambiamenti nei tassi di cambio stranieri, compreso l’impatto della regolamentazione dei margini del cambio estero sui trasferimenti di denaro; le condizioni politiche e le azioni correlate negli USA e all’estero che possano influenzare negativamente le nostre attività e condizioni economiche nella loro interezza; insuccesso nel mantenere importi sufficienti o tipi di patrimonio di vigilanza per soddisfare i requisiti mutevoli di vari regolatori nel mondo; crescita nel mercato del trasferimento del denaro e in altri mercati nei quali operiamo a tassi significativamente differenti rispetto ai livelli recenti; insuccesso nell’attuare contratti con agenti secondo programma; la nostra abilità nel mantenere la nostra rete di agenti e le relazioni di fatturazione a termini coerenti o più vantaggiosi per noi rispetto a quelli attualmente in vigore; interruzioni delle relazioni del governo USA con Paesi con i quali abbiamo o stiamo realizzando contratti di agente sostanziale; deterioramento della fiducia dei consumatori e dei clienti nella nostra attività o nei fornitori di servizio di trasferimento denaro in generale; insuccesso nel gestire i rischi di credito e di frode presentati dai nostri agenti e consumatori o mancata prestazione dei nostri fornitori di servizi finanziari e assicurati; azioni di rating contrario da parte di agenzie di rating di credito; responsabilità e sviluppi imprevisti conseguenti a cause, indagini regolatrici e questioni simili, compresi costi, spese, composizioni e giudizi; cambiamenti delle leggi statunitensi o straniere, dei regolamenti e delle normative, compreso l’Internal Revenue Code, e delle interpretazioni governative o giudiziarie degli stessi; la nostra abilità di risolvere favorevolmente questioni fiscali con l’Internal Revenue Service ed altre giurisdizioni fiscali; cambiamenti degli standard industriali che riguardano il nostro settore; cambiamenti degli standard di contabilità, delle norme e delle interpretazioni; insuccesso nel competere efficacemente nell’industria del trasferimento del denaro rispetto al globale e alla nicchia o ai fornitori di servizi di trasferimento denaro di corridoio, banche ed altri fornitori di servizio di trasferimento di denaro non bancario, compresi i fornitori di telecomunicazioni, le card association e i fornitori di pagamenti con carta; la nostra capacità di sviluppare i nostri core business; la nostra capacità di sviluppare e introdurre nuovi prodotti, servizi e potenziamenti, e di ottenere l’accettazione del mercato di tali prodotti; la nostra capacità di proteggere i nostri marchi ed altri diritti di proprietà intellettuale; la nostra capacità di gestire il potenziale sia per la protezione del brevetto che per la responsabilità del brevetto nel contesto di un quadro legale in rapido sviluppo della protezione della proprietà intellettuale; qualunque violazione sostanziale della sicurezza o interruzioni nei nostri sistemi; fusioni, acquisizioni ed integrazione di aziende acquisite e di tecnologie nella nostra società e la realizzazione di sinergie previste da queste acquisizioni; conseguenze nocive derivanti dal nostro spin-off dal First Data Corporation, compresa la risoluzione di alcune questioni in corso; decisioni di ridimensionare, vendere o chiudere unità, o di fare transitare le attività operative da una sede a un’altra o a terzi, in particolare transazioni dagli Stati Uniti ad altri Paesi; decisioni di cambiare il nostro business mix; cessazione di vari servizi forniti a noi da fornitori terzi; eventi catastrofici; l’abilità della direzione di identificare e gestire questi ed altri rischi. Informazioni su Western Union The Western Union Company (NYSE : WU) è leader nei servizi di trasferimento globale di denaro. Insieme alle sue affiliate, Orlandi Valuta e Vigo, Western Union fornisce ai consumatori maniere veloci, affidabili e convenienti di inviare e ricevere denaro nel mondo, oltre che inviare pagamenti ed acquistare ordinativi di denaro. Essa opera attraverso una rete di oltre 375.000 sedi di agenzia in oltre 200 Paesi e territori. Famosa per i propri servizi telegrafici pionieristici, Western Union originariamente risale al 1851. Per ulteriori informazioni, visitare www.westernunion.com. Informazioni su FEXCO FEXCO è una società di pagamenti globali con sede a Killorglin, Contea di Kerry, Irlanda, che opera in Irlanda, Regno Unito, Spagna, Scandinavia, Malta, Dubai, Australia e USA. La società fu fondata nel 1981 dal suo Presidente esecutivo, Brian McCarthy, ed offre un’intera gamma di pagamenti al consumo globali, pagamenti societari globali e servizi aziendali. È una società privata, e Western Union è attualmente un’azionista minoritario dell’azienda. WU-G WU-F Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Western UnionDaniel Díaz, +1-720-332-5564 (Media)[email protected] Kohn, +1-720-332-8276 (Investitori)[email protected] Crowley, + 35 387 24 83 780 (Media)[email protected]