Società

WALL STREET VOLA CON GREGGIO AI MINIMI DI SEI MESI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Seduta euforica per gli indici americani che grazie ad una serie di notizie positive hanno esteso i guadagni archiviando la seduta in forte rialzo. Il Dow Jones e’ avanzato dello 0.89% a 11498, l’S&P500 ha chiuso in progresso dell’1.04% a 1313, il Nasdaq ha guadagnato l’1.96% a 2215. Ad innescare gli acquisti sono stati i buoni risultati societari, il nuovo calo del greggio e l’abbassamento dei rendimenti sui bond.

Eppure l’avvio non era stato dei migliori a causa delle tensioni geopolitiche intensificate dall’attacco all’ambasciata americana a Damasco, Siria, da parte di un gruppo di uomini armati. Dopo aver timidamente accennato ad un rialzo, il greggio ha invertito rotta nel corso delle contrattazioni, portando a sette il numero di sedute consecutive di ribassi.

I futures con scadenza ottobre sono arretrati di $1.85 a $63.76 al barile, minimo livello dallo scorso 15 febbraio. La distensione sulla vicenda iraniana, con riferimento al programma nucleare, l’elevato livello di scorte, la fine della stagione estiva (in cui incrementa la domanda di carburante) e la debole attivita’ di uragani nelle zone del Golfo del Messico stanno contribuendo al sell-off sul comparto.

Ad originare il forte rialzo giornaliero sono state anche le buone notizie societarie che hanno temporaneamente rassicurato gli operatori sulla spesa dei consumatori e sui risultati aziendali. In evidenza Goldman Sachs che ha dato il via alla stagione degli utili nel comparto finanziario con numeri che hanno facilmente battuto le attese degli analisti. Il titolo e’ avanzato di oltre il 3%.

Notevole anche il rialzo di McDonald’s spinto dalla considerevole crescita delle vendite comparate del mese di agosto (+6%), registrate grazie al successo dei ristoranti sul territorio europeo e all’introduzione di nuovi snack.

In luce anche il colosso informatico, Apple Computer, sulla scia dell’accordo con Disney, sulla distribuzione di contenuti video, e della comunicazione relativa all’introduzione dei nuovi modelli di iPod a cui e’ stato effettuato un restyling.

I cambi ai vertici di Hewlett-Packard e Bristol-Meyers Squibb hanno poi originato un buon rialzo dei rispettivi titoli. Nel colosso informatico il presidente Patricia Dunn sara’ sostituito dall’attuale CEO Mark Hurd poiche’ coinvolto nello scandalo che ha reso possibile la divulgazione di materiale strettamente riservato. Alla guida della compagnia farmaceutica, invece, passera’ James Cornelius, che prendera’ il posto di Peter Dolan a cui viene imputata la responsabilita’ di non essere stato in grado di bloccare la produzione generica di un prodotto prima sviluppato esclusivamente dall’azienda.

L’unico dato in calendario, relativo alla bilancia commerciale di luglio, ha mostrato come il deficit degli Usa abbia raggiunto un nuovo record storico, espandendosi a $68 miliardi, contro un consensus di $65.5 mld.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul valutario, in leggero calo l’euro nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di martedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ sceso a quota $1.2690. Negativa la performance giornaliera dell’oro che ha terminato ai peggiori livelli da fine giugno. I contratti con scadenza dicembre sono arretrati per la quinta sessione consecutiva, scendendo di $3 a $594.30 l’oncia. In ripresa, invece, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.77% dal 4.80% di lunedi.