WALL STREET VIRA TUTTA IN NEGATIVO, NASDAQ -1,49%

15 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street presenta un andamento negativo con tutti i principali indici sulla strada delle vendite.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Sul Dow Jones stanno pesando i ribassi di Microsoft (MSFT – Nasdaq) e Intel (INTC – Nasdaq).

Dopo l’entusiasmo inizialmente manifestato dal mercato per i risultati trimestrali pubblicati da BEA Systems (BEAS – Nasdaq) e Applied Materials (AMAT – Nasdaq), gli investitori hanno dato ascolto alle prospettive poco rosee espresse dalle societa’ sui prossimi trimestri.

Sul Nasdaq incide pesantemente Metromedia Fiber Network (MFNX – Nasdaq), societa’ di reti di fibre ottiche, che ha riportato per il secondo trimestre dell’anno una perdita di $205,2 milioni, pari a 34 centesimi per azione.

“A parte poche eccezioni, i titoli tecnologici continueranno su questa scia ancora per un anno”, sostiene Frederick Sears, chief investment officer presso Investors Capital Corp (societa’ di investimento).

“Il comparto tecnologico, quello che ha registrato la peggior performance nel 2001, riflette la situazione economica di quest’anno. Se non fosse stato per la resistenza delle spese per i consumi, quasi certamente il declino degli high tech avrebbe mandato gli Stati Uniti in recessione”, ha dichiarato Steve Young, senior market strategist di Banc of America Capital Management.

Il mercato si e’ ormai lasciato alle spalle i positivi dati macroeconomici diffusi questa mattina.

La produzione industriale negli Stati Uniti e’ scesa in luglio dello 0,1%, collocandosi al di sopra delle previsioni degli economisti, che si attendevano un calo contenuto allo 0,3%.

Le scorte di magazzino nel mese di giugno negli Stati Uniti hanno registrato un calo dello 0,4%, in linea con le aspettative degli economisti, che avevano stimato una diminuzione dello 0,4%.