WALL STREET: VINCONO I REALIZZI DI PROFITTO

21 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine delle contrattazioni sulla piazza di New York, il rally dell’indice Dow Jones si smorza, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq finisce sotto la parita’ in area 2.800 punti.

Il Nasdaq ha chiuso a 2.871,45 (-0,15%), il Dow Jones ha chiuso a 10.494,50 (+0,30%), l’ S&P 500 a 1.347,33 (+0,35%) e il Russell 2000 a 466,79 (-0,73%).

Partita in balia della volatilita’, la seduta si e’ accesa nel pomeriggio con il rally delle Blue Chip, giunte a picchi superiori a 100 punti. Sul finale pero’ gli investitori hanno preferito fare cassa e alleggerire le posizioni.

Tabacco, farmaceutici e distribuzione hanno attirato gli ordini di acquisto. Gli assi della vecchia economia – fanno notare gli analisti – sono un rifugio sicuro quando sui mercati pesano troppe incertezze.

Gli investitori invece non si sono lasciati tentare dai molti prezzi d’occasione nel settore tecnologico, falcidiato dai ribassi di ieri.

Il dato economico relativo al deficit della bilancia commerciale Usa in settembre, diffuso prima dell’apertura dei mercati, giunto alla quota record di $34,3 miliardi, ben al di sopra delle stime degli analisti, non sembra aver avuto particolare impatto.

Wall Street sembra piuttosto focalizzata sugli utili societari dell’ultimo trimestre e sulle prospettive di crescita nel prossimo anno.

Ancora segnali negativi sono giunti dal comparto delle telecomunicazioni, mentre farmaci per la prevenzione dell’influenza e per la cura di alcune forme di tumore hanno ricevuto giudizi positivi da parte degli analisti di settore.

Gli operatori lamentano infine la persistente incertezza sul fronte politico: l’esito delle elezioni presidenziali in Florida sembra nelle mani dei giudici della Corte suprema e non e’ dato sapere quando dalla camera di consiglio uscira’ un verdetto.

Sui listini in generale, tendenza al rialzo per auto, prodotti e attrezzature medicali, oro, estrazioni petrolifere, costruzioni, aerospaziale, linee aeree, acciaio e farmaceutico.

Segno meno invece per utility, finanziari, bancari, brokeraggio, giocattoli, distribuzione, microprocessori.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore finanziario, Morgan Stanley Dean Witter (MWD) e’ stata messa formalmente sotto inchiesta con l’accusa di frode a danno degli investitori. Il danno contestato e’ di $65 milioni. Il titolo ha guadagnato nonostante cio’ quasi l’ 1%.
(Vedi Morgan nei guai per fondi truccati )

Nel settore dell’abbigliamento, Perry Ellis International Inc. (PERY) ha guadagnato quasi il 6,5% nonostante i deludenti dati di bilancio pubblicati ieri. La societa’ ha chiuso il terzo trimestre con utili di 5 centesimi per azione, in calo del 90% rispetto ai 58 centesimi per azione registrati nello stesso periodo del 1999 e al di sopra dei 3 centesimi per azione previsti dagli analisti. Il fatturato ha registrato un calo del 3% a quota $70,6 milioni.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore delle apparecchiature medicali, Medtronic (MDT) ha chiuso il secondo trimestre con utili di 26 centesimi ad azione, contro i 21 centesimi dell’anno scorso. Il titolo ha guadagnato oltre il 2%.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore degli strumenti di misurazioni elettroniche, Agilent Technologies (A) ha chiuso il quarto trimestre con utili di 69 centesimi ad azione, in rialzo rispetto i 39 centesimi dell’anno scorso. Le previsioni degli analisti erano di 16 centesimi per azione. Il titolo ha guadagnato quasi l’ 11%.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore della ristorazione, Krispy Kreme Doughnuts (KREM) ha guadagnato quasi lo 0,5%. La societa’ ha chiuso il terzo trimestre con utili di 27 centesimi per azione, battendo di 3 centesimi le aspettative degli analisti e in rialzo rispetto ai 20 centesimi registrati nello stesso periodo dello scorso anno.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore delle telecomunicazioni, Nortel Networks (NT) ha segnato un rialzo di quasi l’ 8,5%. La societa’ ha riconfermato ieri le previsioni per il quarto trimestre e per l’intero anno 2001. Gli analisti prevedono utili di 26 centesimi per azione per il quarto trimestre 2000 e di 74 centesimi per l’intero anno 2000. Per il primo trimestre dell’anno successivo e per l’intero 2001 le aspettative dei principali analisti sono rispettivamente di 16 centesimi e 98 centesimi per azione.

Nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni, Lucent Technologies (LU) ha perso quasi il 15,5% dopo aver annunciato che gli utili del prossimo trimestre potrebbero essere inferiori di 2 centesimi a quanto precedentemente annunciato a causa delle incertezze sul fatturato.

Nel settore dei semiconduttori, Broadcom Corp. (BRCM) ha perso quasi il 3% sulla notizia che la societa’ ha raggiunto un accordo extragiudiziario con Intel Corp. (INTC). Il titolo Intel ha guadagnato il 3,5%, nonostante la notizia che la distribuzione del nuovo Pentium 4 e’ stata fermata ancora prima di raggiungere i consumatori.
(Vedi Intel scopre un errore nel nuovo Pentium 4)

Nel settore delle biotecnologie, Chiron Corp. (CHIR) andra’ a sostituire Fort James Corp. (FJ) nell’indice S&P 500. Il titolo Chiron ha guadagnato il 7,5%, mentre il titolo Fort James ha guadagnato oltre il 5%.

Nel settore della ristorazione, Starbucks Corp (SBUX) ha perso il 4% dopo che Chase H&Q ne ha ridotto il rating da “Strong Buy” a “Buy” sulla base dell’indebolimento degli utili societari. Nonostante cio’, la banca d’affari ne ha aumentato il target sul prezzo da $46 a $55.

Nel settore dei computer palmari, Palm (PALM) ha segnato un rialzo di oltre il 6,5% e OmniSky (OMNY) del 12,5% su una nota di Lehman Brothers che prevede per i prossimi anni una crescita del comparto superiore alle aspettative.

Nel settore Internet, Ticketmaster Online-CitySearch Inc. ha annunciato l’acquisizione di Ticketmaster Corp., una divisione di USA Networks Inc. (USAI) per $653,1 milioni in azioni. Il titolo USA Networks ha perso il 2%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con
rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure
definitive cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

LU

Lucent Technologies

56,051,900

17.688

-3.250

-15.52%

NT

Nortel Networks

29,330,700

38.188

+2.938

+8.33%

T

AT&T

19,986,200

19.000

-0.375

-1.94%

LSI

LSI Logic

18,978,800

23.063

-5.688

-19.78%

C

Citigroup

17,126,500

48.938

-0.438

-0.89%

AOL

America Online

15,210,700

43.130

-3.960

-8.41%

GE

General Electric

11,355,500

50.750

+0.688

+1.37%

GLW

Corning

11,078,100

64.000

+4.688

+7.90%

MER

Merrill Lynch

10,667,300

59.813

-2.188

-3.53%

MOT

Motorola

10,259,200

22.688

-0.125

-0.55%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

ORCL

Oracle

54,762,800

23.813

-0.938

-3.79%

CSCO

Cisco Systems

54,162,000

53.313

+2.063

+4.02%

WCOM

WorldCom

45,328,100

15.063

0.00

0.00

INTC

Intel

33,890,400

42.500

+1.375

+3.34%

MSFT

Microsoft

27,790,200

67.938

+0.750

+1.12%

SUNW

Sun Microsystems

27,339,400

84.563

+2.938

+3.60%

YHOO

Yahoo!

23,388,700

41.625

-7.250

-14.83%

JDSU

JDS Uniphase

21,794,400

66.375

+1.813

+2.81%

DELL

Dell Computer

20,211,600

23.375

0.00

0.00

NEON

New Era of Networks

19,009,300

9.375

-10.500

-52.83%