WALL STREET VICINA A UN IMPORTANTE BOTTOM

12 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Barton Biggs, co-fondatore dell’hedge fund del Connecticut Traxis Partners LLC e ex global investment strategist di Morgan Stanley (fu silurato 2 anni fa per il suo feroce atteggiamento ribassista), ha detto a Bloomberg Television che “sta gradualmente incrementando” il suo portafoglio in azioni americane perche’ “non si aspetta una recessione” e i titoli azionari sono “molto, molto a buon mercato”.

Biggs sostiene che il mercato Us “e’ vicino ad importante bottom” e potrebbe essere portato al rialzo da banche, finanziarie e societa’ di brokeraggio quando ci sara’ un rally occurs. Secondo Biggs, scrive Bloomberg, alcune societa’ finanziarie potrebbero salire tra il 20 e il 25% in un breve periodo di 2-3 settimane.

Non e’ un mercato per vedove e orfani. E non e’ un mercato per news gratuite. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

L’indice Standard & Poor’s 500 e’ sceso del 6.1% a gennaio, il peggior calo mensile dal settembre 2002 e il peggior inizio d’anno dal 1990. Al bottom lo S&P500 e’ sceso fino a un massimo del 16% rispetto al top storico del 9 ottobre. Il comparto finanziario ha accusato un calo del 21% nel 2007, il peggior comparto S&P 500 tra i principali 10 settori e il peggior crollo dal 1990. Il p/e e’ di 14.8, in raffronto a un price-earnings medio nell’ultimo decennio di 15.5, sempre secondo Bloomberg.