Wall Street verso una chiusura poco sopra la parità

28 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continua la seduta sui livelli della vigilia la Borsa di Wall Street. Dopo un avvio in lieve rialzo la borsa americana ha quasi subito ritracciato azzerando i pochi guadagni. In realtà la giornata per la borsa newyorkese è interlocutoria con scambi sottili in un clima festivo. Sul fronte macro i dati della giornata sono stati al di sotto delle attese. Scivolano i prezzi delle case, nel mese di ottobre, con l’indice S&P Case Shiller che ha evidenziato su base non adjusted un calo dell’1,3% mensile, dopo il calo dello 0,7% registrato ad ottobre e il -0,1% atteso dal mercato. Delude anche il dato sulla fiducia dei consumatori del mese di dicembre che peggiora e si posiziona al di sotto delle attese. Sul valutario, il dollaro guadagna terreno nei confronti della moneta unica con i cross eur/usd che scambia a 1,3108 dollari. Il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,12% a 11568,95 punti, l’S&P500 si muove sulla parità con un +0,02% a 1257,74 punti ed il Nasdaq mostra una plusvalenza dello 0,15% a quota 2671,9. A livello settoriale focus sui retail, che non sembra beneficiare delle buone notizie del comparto. Secondo il consueto report settimanale redatto dall’International Council of Shopping Centers (ICSC) e Goldman Sachs, le vendite delle catene di negozi in USA, relative alla settimana terminata il 25 dicembre, sono aumentate dell’1% rispetto alla settimana precedente, segnando un aumento del 4,8% su base annua. Si tratta del miglior tasso di crescita dallo scorso 24 aprile. Tra i singoli titoli,rombano i motori di General Motors che viaggia con un rialzo di oltre il 2%. A sostenere le quotazioni di GM, ci ha pensato Barclays, che ha iniziato la copertura della casa automobilistica con una valutazione di “overweight” e target price a 42 dollari.