Wall Street vede rosso avvicinandosi al finale

24 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Niente da fare per la borsa di Wall Street che dopo un’apertura di giornata sotto la linea di parità amplia i ribassi e si avvia ad una chiusura in rosso. A pesare come macigni sui mercati di tutto il mondo, comprso quello staunitense, i timori delle condizioni economiche dopo che la FED, ieri, annunciando i tassi è rimasta dubbiosa sulla ripresa economica in un clima di grande instabilità dei mercati finanziari. Non sono servuiti a risollevare le sorti degli indici a stelle e strice nemmeno i due dati macro della giornata che sono stati al di sopra delle attese. Scendono, infatti, gli ordinativi di beni durevoli del mese di maggio, risultando comunque migliori delle previsioni degli analisti che avevano stimato un calo più marcato. Buone notizie anche per il mercato del lavoro dove le richieste di sussidi settimanali alla disoccupazione risultano in calo battendo il consensus. Sul valutario, il dollaro vede il soopravanzare della moneta unica. Il cable tra EUR/USD si attesta a 1,2351 dollari in salita dello 0,32%. Il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,68% a 10228,83 punti, l’S&P500 un decremento dello 0,9% a 1082,26 punti ed il Nasdaq scivola dello 0,72% a quota 2.238,1. Dal fronte societario, giornata no per il titolo di Bed Bath & Beyond che arretra di oltre il 4%. A nulla è servito per spingere le azioni al rialzo il balzo dell’utile netto, nel primo trimestre, che è passato da 87,2 mln a 137,6 mln di dollari. Ha pesato di più invece per il portafoglio degli investitori l’outlook che non ha soddisfatto il mercato. In pesante calo anche Dell che cede oltre il 6% nonostante la buona previsione di crescita per il giro d’affari dell’anno in corso, che dovrebbe attestarsi al 14-19%, contro il 16% indicato dagli analisti.