Wall Street: trading fuori controllo

2 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Trading fuori controllo a Wall Street, e sempre più spesso. L’ultimo caso si è verificato nella sessione di ieri quando, improvvisamente, 150 titoli azionari hanno assistito a un incredibile balzo dei volumi di mercato, condizionando momentaneamente anche i prezzi di nove blue chip del Dow Jones e altre quotazioni.

Il Nyse è corso subito ai ripari e ha annunciato la cancellazione di operazioni di trading che hanno avuto per oggetto sei diversi titoli colpiti da una serie di problemi tecnici; per ora, si conosce l’identità di cinque di queste azioni. Si tratta di Wizzard Software, China Cord Blood, E-House Holdings, American Reprographics e Quicksilver Resources. Il Nyse ha precisato che le contrattazioni avvenute a un prezzo superiore o inferiore del 30% rispetto al prezzo di apertura saranno cancellate.

Per molti operatori, in realtà, assistere a problemi del genere non è proprio una novità, tanto che Cnbc riporta che gli investitori sono quasi abituati a questi fenomeni, che di norma derivano dal trading ad alta frequenza automatizzato. Tuttavia Phil Silverman, managing partner presso Kingsview Capital, sottolinea come “questo trading algoritmico sia fuori controllo” e “mette a repentaglio la fiducia degli investitori”.

GUARDA IL VIDEO: Art Cashin di UBS parla con Bob Pisani, Bill Griffeth e Maria Bartirono, nella trasmissione di CNBC “Closing Bell”, dei problemi tecnici che hanno avuto un impatto su 150 titoli azionari.