WALL STREET: TORNA L’OTTIMISMO SULL’AZIONARIO

18 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in buon rialzo a New York. Il Dow Jones guadagna lo 0.34% a 13522, l’S&P500 lo 0.28% a 1517, il tencologico Nasdaq avanza dello 0.35% a 2548. A riportare gli acquisti sui mercati e’ come al solito l’effervescenza dal fronte societario, tra operazioni di M&A e commenti positivi degli analisti.

Come sta accadendo ormai da diversi mesi, a sostenere gli indici sono gli sviluppi in ambito di mergers & acquisitions. In mattinata ad occupare la scena e’ la conglomerata industriale General Electric ([[GE]]), molto vicina alla chiusura dell’accordo relativo alla vendita del business dei prodotti in plastica per un corrispettivo di $11 miliardi. A comprare sono i sauditi, con la societa’ chimica di Riyadh Saudi Basic Industries Corp. Il titolo avanza dell’1.% dopo essere scivolato dell’1.2% nella seduta precedente, spinto al ribasso dal forte recupero delle quotazioni energetiche.

Sul fronte delle case da gioco quotate, la catena di casino’ di proprieta’ del miliardario e uomo d’affari Donald Trump, Trump Entertainment Resort ([[TRMP]]) appunto, sembra sia finita nel mirino di alcuni gruppi interessati a rilevare l’azienda.

Nel comparto della pubblicita’ online, nuova operazione di acquisto, questa volta su aQuantive ([[AQNT]]) ad opera del colosso informatico Microsoft ([[MSFT]]) disposto a pagare un premium dell’85% rispetto al prezzo di chiusura di ieri.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Nel comparto tecnologico, a proseguire sulla strada dei rialzi potrebbe essere il colosso informatico Apple ([[AAPL]]). Nell’after hour di ieri il titolo e’ avanzato di oltre due punti percentuali dopo che l’organo di controllo delle telecomunicazioni (FCC – Federal Communication Commission) ha approvato l’attesissimo, rivoluzionario “telefono” cellulare iPhone che dovrebbe essere lanciato sul mercato entro la fine del prossimo mese. Nei giorni scorsi si erano diffuse alcune voci di un possibile ritardo sulla disponibilita’ del prodotto che aveva causato un improvviso calo (-4%) delle azioni (guarda il video).

Tra i titoli del Dow Jones, giudizi positivi sono stati espressi su Intel ([[INTC]]) e Verizon ([[VZ]]), entrambi in prossimita’ dei massimi di 52 settimane.

Sul fronte macro e’ atteso un solo dato in mattinata, relativo alla lettura preliminare di maggio sulla fiducia Michigan che dovrebbe confermare una contrazione a causa dei continui aumenti dei prezzi della benzina, in settimana saliti ad un nuovo record storico

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio sta estendendo il forte rialzo dell’ultima seduta. I futures con consegna giugno segnano un progresso di 20 centesimi a quota $65.06. Sul valutario, euro ancora in calo nei confronti del dollaro a quota 1.3478. In rialzo di $1.90 l’oro a quota $659.10 all’oncia. In calo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.7720%.

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI