WALL STREET TONICA, BOFA SCHIZZA AL RIALZO

6 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la debolezza iniziale, i listini azionari americani riescono ad aprire alle contrattazioni in buon rialzo supportati dal dato migliore delle attese relativo all’occupazione nel settore privato. Ulteriori dettagli sulla ricapitalizzazione di Bank of America hanno permesso inoltre alla banca di spingersi in buon rialzo fin dai primi minuti di scambi.

Stando alle notizie diffuse in mattinata dalla stampa americana, Bank of America avrebbe bisogno di una nuova infusione di capitali per $34 miliardi, in base ai risultati degli “stress test” condotti dal governo. L’esito degli esami verra’ comunicato nella giornata di domani, bopo la chiusura delle borse. Il titolo, arrivato a perdere il 10% nel preborsa, ora sale del 10%, dopo i dettagli emersi a riguardo.

Resta peesante invece la societa’ automobilistica General Motors. L’azione registra un tonfo del 15% dopo che l’azienda ha dichiarato che, qualora andasse in porto il piano di ristrutturazione attualmente allo studio del management, il Dipartimento del Tesoro finirebbe col possedere circa la meta’ del gruppo, lasciando ai semplici azionisti solo l’1% dell’intero capitale circolante.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Sul fronte degli utili aziendali, sale del 6.9% il colosso dell’entertainment Walt Disney che, con un calo del 46% dei profitti e’ stato comunque uin grado di battere le attese degli analisti. Ad avanzare e’ anche la societa’ leader del comparto dei videogames Electronic Arts. Dopo la chiusura a riportare i risultati fiscali saranno Cisco Systems e News Corp tra le altre.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in rialzo il greggio. I futures con consegna giugno guadagnano $1.67 a $55.51 al barile. Sul valutario, sale l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3365. Stabile l’oro in area $905.00 l’oncia. Giu’ i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.18%.