WALL STREET TIENE DOPO CALO DELLA FIDUCIA

25 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la comunicazione dei dati relativi alla fiducia dei consumatori del Conference Board del mese di giugno e alla vendita di case esistenti del mese di maggio , gli indici rimangono in terreno positivo, pur limando i guadagni.

L’indicatore relativo alla fiducia dei consumatori si e’ attestato a quota 106,4 contro le stime di 107. Il dato sulla vendita di case esistenti e’ invece sceso del 3%, meno di quanto previsto.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Nel frattempo gli acquisti sui mercati continuano. D’altronde molti economisti ritengono che l’ondata di vendite che ha colpito le borse americane nelle scorse settimane, portando ieri durante il corso della seduta il Dow Jones e il Nasdaq al di sotto dei valori minimi toccati il 21 settembre, non siano giustificate da uno scenario economico che, pur presentando alcune lacune, e’ sicuramente migliore rispetto a quello successivo agli attacchi dell’11/9.

Inizia oggi tra l’altro il meeting della Federal Reserve sulla politica monetaria in Usa. Il responso sara’ ufficiale nella giornata di domani, ma per molti osservatori di mercati non ci dovrebbero essere sorprese. Greenspan, tenendo contro della recente e persistente debolezza dell’azionario, non dovrebbe intervenire sui tassi di interesse.

Sul listino dei titoli industriali si mette in luce la crescita della societa’ chimica DuPont (DD – Nyse), che ha alzato le stime sugli utili del secondo trimestre . Novita’ anche per il colosso della difesa Boeing (BA – Nyse), altra blue chip del Dow Jones, che ha dichiarato che gli ordini di nuovi aerei cresceranno nei mesi successivi.

Sul fronte dei settori

RETAIL (DJ_RTS ). POSITIVI Sul settore si mette in evidenza il colosso Wal-Mart (WMT – Nyse), in rialzo nonostante l’accusa di sfruttamento dei dipendenti. . Bene anche Home Depot (HD – Nyse)

WIRELESS (YLS ) e INFRASTRUTTURE TLC (NWX ). POSITIVI .
I comparti sono riusciti a lasciarsi alle spalle il giudizio poco confortante della banca d’affari Morgan Stanley , che ha tagliato il rating sul titolo del colosso Lucent (LU – Nyse) da “overweight” a “equal-weight”. Ma gli investitori hanno presto maggiore attenzione alla nota di Lehman Brothers , che vede nel titolo una straordinaria opportunita’ . Lucent e’ cosi’ in progresso. Guadagna anche il titolo infrastrutture tlc Nortel (NT – Nyse).
Morgan Stanley, oltre a bacchettare Lucent, ha rivisto al ribasso la valutazione sul settore infrastrutture wireless , abbassata da “in linea “ a “cauta”.

SEMICONDUTTORI (SOX ) e INFRASTRUTTURE CHIP IN RIALZO
Merrill Lynch ha espresso un giudizio confortante sulla societa’ di infrastrutture chip Novellus (NVLS – Nasdaq). La fiducia di Merrill Lynch su Novellus e’ stata tuttavia smorzata dal giudizio piu’ cauto che la stessa banca d’affari ha espresso su Micron Technology (MU – Nyse). Merrill, pur confermando il rating “strong buy”, ha aggiunto che i mesi di agosto e l’anno 2003 si presenteranno difficili per la societa’. Il titolo tuttavia accoglie positivamente la notizia. Bene Altera (ALTR – Nasdaq), che beneficia del giudizio positivo della banca d’affari Needham , che ha alzato la valutazione da “buy” a “strong buy”

HARDWARE (GHA ).
Sul comparto si mette in luce il recupero del colosso informatico Hewlett Packard (HPQ – Nyse), dopo il giudizio di Goldman Sachs . L’analista Conigliaro della banca d’affari ha tagliato le stime sugli utili per azione relativi al 2002 e al 2003, aggiungendo tuttavia che il taglio dei costi avviato dalla societa’ potrebbe rendere l’azione in qualche modo appetibile. In rialzo anche Ibm (IBM – Nyse)

Sul fronte degli utili

Il corriere internazionale Fedex (FDX – Nyse) ha battuto le stime . Ma il titolo perde dopo che la societa’ ha rivisto al ribasso le previsioni sugli utili.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!