Wall Street tenta la rimonta al giro di boa

6 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si mostrano a cavallo della parità gli indici a stelle e strisce, al giro di boa. La seduta della borsa di Wall Street iniziata con freccia rossa ha visto gli indici statunitensi tentare una rimonta azzerando le perdite dell’avvio. In una giornata scarna di dati macro l’attenzione degli investitori è stata incentrata sul fronte societario, a cominciare dalla vicenda di Massey Energy Co dopo l’esplosione avvenuta domenica in una miniera di carbone del West Virginia di proprietà della società in cui hanno perso la vita 25 minatori ed ancora risultano dieci dispersi. L’incidente, il più grave degli ultimi 26 anni nel settore minerario americano, ha fatto si che il titolo di Massey Energy al momento riporti perdite a due cifre di oltre dieci punti percentuali. Intanto, il presidente degli stati Uniti, Barack Obama ha espresso il suo personale cordoglio sulla tragedia per l’incidente avvenuto ribadendo come Casa Bianca si sia resa disponibile ad offrire la sua assistenza. I riflettori sono stati puntati poi su un altri titoli legati al settore energetico a cominciare da Peabody Energy, che al momento guadagna lo 0,87% dopo aver rilanciato sull’offerta per Macarthur Coal. Il produttore di carbone statunitense, infatti, ha rivisto al rilazo la sua offerta per acquistare la quota di controllo della sua antagonista australiana MacArthur arrivando a mettere sul piatto a 3,6 miliardi di dollari australiani ( circa 3,3 miliardi dollari USA). Tra gli altri energetici che si muovono meglio degli indici statunitensi, Halliburton che avanza di oltre un punto e mezzo percentuale. Ad innescare gli acquisti sul titolo la notizia che JP Morgan ha avviato la copertura del settore petrolifero americano con un atteggiamento rialzista più lungo termine, indicando al top pick nel settore, appunto, Halliburton seguito da Schlumberger che mostra un rialzo dell’1,57%. Per entrambe le società, gli analisti di JP Morgan hanno avviano la copertura con raccomandazione “overweight”. Sul mercato valutario, il dollaro continua a correre nei confronti della moneta unica. Il cable EUR/USD si attesta a 1,3364 dollari in calo dello 0,84%, mentre stasera si attende che la Fed pubblichi i verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria del FOMC nel quale l’istituto centrale americano ha ribadito l’intento di mantenere i tassi bassi ancora per un lungo periodo. Il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,11% a 10961,61 punti, l’S&P500 si mostra sulla parità con un + 0,04% a 1187,93 punti ed il Nasdaq sale lievemnete dello 0,11% a quota 2420,3.