WALL STREET TENTA IL RIMBALZO DOPO IL SELL-OFF

9 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

Avvio positivo per gli indici americani, impegnati in un tentativo di rimbalzo dopo le pesanti perdite riportate la scorsa settimana (controlla la performance in tempo reale). Gli operatori sono rientrati sull’azionario, attratti dalla valutazione creata dall’ultimo sel-off. Ritraccia il greggio, in difficolta’ Lehman Brothers.

Ad occupare la scena prima fin dai primi minuti e’ Lehman Brothers (LEH). La banca d’affari ha riportato nel secondo trimestre una perdita record pari a $2.8 miliardi, ma ha anche anticipato che sara’ comunque in grado di raccogliere $6 miliardi in nuovo capitale attraverso l’offerta di azioni. Il titolo e’ in evidente difficolta’: -7.10%. La banca ha anche annunciato di aver ridotto l’esposizione sull’azionario europeo, incrementando quella sul comparto statunitense, come diretta conseguenza del cambiamento di atteggiamento in materia di politica monetaria da parte della BCE.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Soltanto questa settimana, e’ a META’ PREZZO! Approfitta di questa offerta speciale, clicca sul
link INSIDER

Tra gli altri titoli da monitorare, si distinguono il colosso informatico Apple (AAPL) che dara’ il via alla conferenza annuale a San Francisco (attesa la presentazione dell’iPhone di nuova generazione) e Texas Instruments (TXN) che fornira’ un aggiornamento infra-trimestrale. Avanza il colosso fast food McDonald’s (MCD) grazie alle vendite comparate
di maggio attestatesi a livelli nettamente migliori delle attese.

In calendario e’ presente il dato sulle vendite di case con contratti in corso, per cui e’ stimato un calo dell’1%, cosi’ come nel mese precedente. Il presidente della Fed, Ben Bernanke, sara’ piu’ tardi impegnato in un discorso in cui offrira’ maggiori dettagli sull’attuale livello dell’inflazione. La scorsa settimana i listini erano stati colpiti da un’ondata di vendite dovuta ad un balzo inaspettato del tasso di disoccupazione e all’impennata dei prezzi energetici a nuovi massimi assoluti. Al momento il petrolio sta comunque trattando in territorio negativo. I futures con consegna luglio segnano un ribasso di $1.58 a $136.96 al barile.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in calo nei confronti del dollaro a quota 1.5710. Avanza l’oro a $902.30 l’oncia (+$3.30). In calo i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.9880%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI