WALL STREET SUI RIALZI SENZA PAURA DI GREENSPAN

15 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’indice delle Blue Chip marcia verso i 100 punti di rialzo, mentre il Nasdaq si avvicina a un guadagno del 2% quando mancano meno di due ore alla decisione della Federal Reserve sul costo del denaro.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Il verdetto del comitato direttivo della Federal Reserve, riunito oggi a Washington per decidere sul costo del denaro e’ infatti atteso per le 14 (ora di New York).

Gli investitori tuttavia danno per scontato che, attesa la frenata della crescita economica americana, la Fed lascera’ i tassi invariati al 6,5%, ma sperano piuttosto di leggere, nella nota che accompagnera’ la decisione, qualche indicazione su una possibile riduzione del costo del denaro nei mesi a venire.

Sul fronte politico, l’unica certezza su cui i mercati possono contare, e’ che non sara’ dato sapere chi sara’ il prossimo presidente degli Stati Uniti ne’ oggi ne’ nei prossimi giorni.

In Florida un esercito di avvocati sta preparando una micidiale scacchiera di mosse e contromosse giudiziarie, da giocarsi di fronte alle corti di giustizia statali e federali di ogni ordine e grado.

Gli scrutatori della contea di Palm West, assurti ormai al rango di star televisive, hanno deciso – confortati da piu’ di una sentenza – di continuare a oltranza la verifica manuale dei voti.

Il segretario di stato della Florida, Katherine Harris, ha deciso di certificare i voti oggi pomeriggio alle 14, in concomitanza con l’annuncio sui tassi della Fed, apparentemente confortata da un’altra sentenza, senza aspettare l’esito della conta manuale.

La squadra di Al Gore ha proposto ai repubblicani di investire la Corte suprema della Florida perche’ indichi linee guida sicure sull’interpretazione della legge elettorale, sicuri di poter contare sulla legittimita’ del conteggio manuale.

Sui listini in generale, mostrano tendenza al rialzo petrolio ed estrazioni, cartario, calzaturiero e microprocessori.

Segno meno invece per bancari, distribuzione, personal computer, abbigliamento e farmaceutici.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore Internet, MP3.com Inc. (MPPP) guadagna a meta’ giornata oltre il 54,5% dopo aver annunciato un accordo extragiudiziario con Universal Music Group, la casa discografica controllata da Seagram Co. (VO), che prevede il pagamento di $53,4 milioni come risarcimento danni e spese legali. Il titolo Seagram guadagna quasi lo 0,5%.
(Vedi Borsa: MP3 sale del 50% su accordo Universal)

Nel settore dei semiconduttori, Analog Devices (ADI) ha annunciato per il quarto trimestre utili di 52 centesimi ad azione, 2 in piu’ delle previsioni degli analisti. Il titolo, che ha chiuso martedi’ a $55,50 e’ salito fino a $62 nel dopo-borsa e guadagna a meta’ giornata quasi il 14%.

Nel settore delle infrastrutture software per l’e-commerce, BEA Systems (BEAS) ha registrato per il terzo trimestre utili di 2 centesimi ad azione, contro la perdita di 1 centesimo dell’anno scorso. Il titolo guadagna quasi il 7%.

Nel settore multimediale, Gemstar-TV Guide International (GMST) ha annunciato una perdita di 30 centesimi ad azione per il secondo trimestre, contro i 7 centesimi guadagnati l’anno scorso. Il titolo guadagna quasi il 5%.

Nel settore internet, Network Appliance (NTAP) ha annunciato per il secondo trimestre utili di 10 centesimi ad azione, uno in piu’ del previsto. Il perde quasi il 17%.

Nel settore delle fibre ttiche, Sycamore Networks (SCMR) ha registrato per il primo trimestre una perdita di 11 centesimi ad azione, contro i 4 centesimi dell’anno scorso, nonostante l’aumento delle vendite. Il titolo guadagna quasi il 5,5%.

Nel settore farmaceutico, ICN Pharmaceuticals (ICN) ha accettato di concedere a Schering-Plough (SGP) la licenza di tre medicinali contro l’epatite. ICN guadagna quasi il 6%, mentre Schering Plough e’ praticamente invariato.

Nel settore del software, TenFold Corp. (TENF) ha deciso di chiudere alcuni impianti e di tagliare la forza lavoro del 27% per ridurre i costi. La societa’ di software per la gestione aziendale ha annunciato per il terzo trimestre una perdita di 61 centesimi, contro gli utili di 7 centesimi dell’anno scorso. Il titolo perde quasi il 12,5%.

Nel settore finanziario, Bank of America (BAC) perde quasi l’ 8% dopo aver annunciato di prevedere per il quarto trimestre perdite superiori a quelle registrate nel trimestre precedente.

Nel settore delle telecomunicazioni, Verizon Wireless ha annunciato l’acquisizione di Price Communications Wireless Inc (PR) per circa $2,1 miliardi, un’operazione che consentira’ al piu’ grande operatore wireless degli Stati Uniti di espandere il suo bacino d’utenza negli Stati del sud-est. Lo scorso mese Verizon Wireless ha posticipato l’offerta pubblica a data da destinarsi a causa delle poco favorevoli condizioni del mercato e qualora questa non fosse completata entro il 30 settembre 2001 entrambe le societa’ potranno ritirarsi dall’accordo. Il titolo Price Comm. Guadagna quasi lo 0,5%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

SLR

Solectron

15,353,800

35.938

+0.813

+2.31%

NT

Nortel Networks

13,015,100

38.063

-1.125

-2.87%

BAC

Bank of America

10,959,300

42.250

-3.625

-7.90%

LU

Lucent Technologies

7,601,300

22.688

-0.688

-2.94%

T

AT&T

7,148,400

20.688

0.00

0.00

EMC

EMC

5,613,800

88.875

+2.250

+2.60%

NOK

Nokia

5,249,000

41.688

+0.875

+2.14%

PFE

Pfizer

5,137,500

42.688

unch

0.00%

TYC

Tyco International

4,905,800

54.625

+1.563

+2.94%

C

Citigroup

4,760,000

50.813

+0.063

+0.12%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 12:00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei
singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

ORCL

Oracle

22,016,100

29.000

+0.625

+2.20%

NTAP

Network Appliance

19,388,100

79.938

-16.313

-16.95%

WCOM

WorldCom

18,177,700

17.250

+0.188

+1.10%

CSCO

Cisco Systems

18,453,900

53.750

+0.625

+1.18%

DELL

Dell Computer

17,804,000

24.750

-1.063

-4.12%

INTC

Intel

15,186,800

41.813

+0.875

+2.14%

SCMR

Sycamore Networks

12,586,900

68.500

+4.063

+6.30%

QCOM

QUALCOMM

11,519,800

84.375

+4.000

+4.98%

SUNW

Sun Microsystems

11,012,300

92.688

-1.313

-1.40%

MSFT

Microsoft

9,515,600

69.875

+1.063

+1.54%

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA